Lazio straripante all’Olimpico: Samp battuta per 7-3 ed Europa conquistata

Keita
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio batte la Sampdoria per 7-3 in un match spettacolare e che proietta i biancocelesti in Europa con tre giornate di anticipo

Monumentale match della Lazio all’Olimpico che si impone sulla Sampdoria per 7-3. Gara mai in discussione, dominio assoluto biancoceleste per 90 minuti e gloria per moltissimi: le reti infatti sono di Keita, Hoedt, de Vrij, Anderson, Lulic e doppietta di Immobile.

Primo Tempo – Bastano solo tre minuti alla formazione di Inzaghi per passare in vantaggio, passaggio sublime di Milinkovic per Keita che a tu per tu con Puggioni non può sbagliare. Al 10′ ancora Lazio in avanti, questa volta il tiro dalla distanza è di Lukaku, la palla sfila al lato. Primo squillo della Samp al 12′ ma il tiro di Quagliarella termina tra le braccia di Strakosha. Al 16′ doppia occasione per gli ospiti di trovare il gol del pareggio, su entrambi i tiri, di Djuricic e Linetty, strepitoso Strakosha. Neanche un minuto dopo Mazzoleni assegna un calcio di rigore alla Lazio per fallo da ultimo uomo di Skriniar, espulso, su Keita. Dal dischetto va Ciro Immobile che realizza il doppio vantaggio per i biancocelesti. Dopo il raddoppio laziale la squadra di Giampaolo tenta la reazione con Quagliarella, ancora attento l’estremo difensore biancoazzurro. Al 27′ è ancora Keita a far tremare la difesa blucerchiata, il suo rasoterra termina di un soffio al lato. Al 32′ la Samp accorcia le distanze, errore della difesa biancoceleste che lascia Lynetti libero di calciare indisturbato. Subito la reazione della squadra di Inzaghi che si rende pericolosa con la girata di testa di Lulic che però termina a lato. Dopo pochi minuti sugli sviluppi di un calcio d’angolo la squadra di casa allunga di nuovo le distanze con la rete di Hoedt. Neanche il tempo di festeggiare che Mazzoleni che assegna il secondo penalty alla Lazio, questa volta per fallo di Regini su Lulic. C’è gloria anche per Felipe Anderson che dal dischetto batte Puggioni e cala il poker biancoceleste. Al 45′ de Vrij mette la ciliegina sulla torta segnando con un tiro preciso dalla distanza il quinto gol per la formazione di casa. La prima frazione di gioco termina con il risultato di 5-1.

Secondo Tempo – Gestione della gara per la Lazio visto il risultato netto maturato nel primo tempo. La squadra di Inzaghi però non rinuncia alle ripartenze come dimostrato dal tiro da fuori di area di Anderson che si spegne al lato della porta difesa da Puggioni. Al 17′ anche Lukaku ci prova da fuori area, attento il numero uno della Samp. Al 20′ arriva anche il sesto gol della Lazio, assist di Patric e zampata vincente di Lulic. La Lazio è straripante, la Sampdoria crolla sotto i gol biancocelesti che salgono a 7, doppietta personale per Ciro Immobile. Al 27′ ripartenza degli ospiti che trovano la rete del 7-2 con Quagliarella. Biancocelesti mai domi in questo match, nonostante i 7 gol non rinunciano ad attaccare e sfiorano l’ottava rete anche con Murgia. Al 44′ rigore per la Sampdoria per fallo di Wallace su Torreira. Dal dischetto va Quagliarella che batte Strakosha e firma anche lui la sua personale doppietta. Il match termina con la vittoria della Lazio per 7-3.