Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Reina: «Ora serve continuità. Su Strakosha…»

Pubblicato

su

Pepe Reina presenta in conferenza stampa, la sfida tra Lazio e Salernitana, valida per la dodicesima di campionato. Le sue parole

Mancano 2 giorni alla sfida tra Lazio e Salernitana, match valido per la dodicesima giornata di campionato. Domenica toccherà a Hysaj e Marusic. In porta si rivedrà Reina, a centrocampo dipenderà dalle energie spese al Velodrome, le prove tattiche scatteranno domani pomeriggio durante la rifinitura. In attacco la speranza è che Immobile non risenta della fatica di ieri.

E per presentare il match in conferenza stampa ecco Pepe Reina, portiere della Lazio. Le sue parole:

OBIETTIVI – «Quando hai quasi 40 anni i record si compiono quasi quai da soli, sono cose belle, ma la cosa più importante è il contributo alla squadra»

GIOVANI PORTIERI – «I giovani portieri che sono alla Lazio come Furlanetto, Adamonis e Moretti sono molto d’aiuto per noi. Adamonis, ha fatto passo in avanti, ha migliorato la sua struttura la sua tecnica, gli altri ragazzi stanno crescendo»

SEGRETO – «Il segreto per fare bene anche a 40 anni è la dedizione. Ho fatto del calcio la mia ragione di vita. Noi calciatori dobbiamo fare questo, mantenerci bene e lavorare al massimo»

LAZIO – «Siamo in un periodo di cambiamento, nelle ultime due tre settimane abbiamo fatto qualcosa di importante, dobbiamo essere una squadra difficile da battere, esssere continui nelle prestazioni, solo così capiremo il nostro valore»

OBIETTIVO PERSONALE«Finire quest’anno in Europa, se è così mi scatta un altro anno di contratto, è l’obiettivo di tutti. Voglio dare il mio contribuito, il 100%, quello è il mio obiettivo. Il resto si vedrà con la crescita della squadra, personalmente mi preoccupo di dare il massimo»

RIBERY – «Io e Ribery abbiamo avuto un buon rapporto quando ero al Bayern. Lo scorso anno ci siamo rivisti ed è sempre un piacere trovarlo: lo stimo tanto, mi rende felice vederlo ancora a questi livelli»

STRAKOSHA – «La concorrenza ci fa bene, lo considero un amico, anche al di la del calcio, e questo può far solo bene alla squadra»

MENTALITA ‘ – «Qualcosa è cambiato dopo Verona, la squadra ha capito l’atteggiamento, la determinazione da avere prima di ogni partita, e speriamo di continuare cosi. Per noi ogni partita l’obiettivo deve essere la vita».

MARSIGLIA – «Non so le regole francesi, è un pecccato che nel 2021 le cosietà non possono portare dietro i propri tifosi, un fatto più culturale che politico, dispiace»

MONETINA A BERGAMO  – «In Inghilterra non  succede mai in Italia succede e sempre  negli stessi campi, fatti una domanda»

IMMOBILE – «Non mi ricordo se mi ha segnato mai in gare ufficiali o in amichevole. E’ un grande attaccante, un calciatore determinante, una capacità di segnare impressionante, è diventato storia»

SALERNITANA «La partita con la Salernitana ha un’importanza speciale per noi: dobbiamo vincere per arrivare al meglio alla sosta»

 

 

Advertisement

Facebook

Advertisement