Lazio, Rutelli: «Cosa servirebbe per far funzionare Roma? Uno come Lotito»

coppa italia lotito staff nastri
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, Francesco Rutelli analizza le criticità di Roma e l’importanza del calcio nella città al Corriere dello Sport

La passione per la Lazio, l’importanza del calcio e le problematiche di Roma: queste le tematiche affrontate dall’ex sindaco Francesco Rutelli in una lunga intervista al Corriere dello Sport. Ecco le sue parole sul compleanno biancoceleste:

«Stiamo celebrando i centoventi anni di una società di cui conservo orgogliosamente il primo stessa. Cominciò con i podisti ed eccoci qui. Lo sport è un battito di cuore che diffonde vitalità. Genera energia e traina.»

E sulla necessità di avere maggiore chiarezza e facilità imprenditoriale sul territorio capitolino ha detto:

«Ci si deve per forza affidare o a realtà estere o a una gestione artigianale come quella di Lotito, che peraltro, con la collaborazione dell’ottimo Tare, mi sembra stia facendo un lavoro eccellente, un miracolo direi».

Infine l’ex sindaco si è soffermato sul tema stadio e afferma di volerne due, in linea con la comunità urbana; per lui sarebbe un impulso sia per la competitività tra Lazio e Roma, che per l’economia della città. Su Tor di Valle però si dice pessimista perché quando Cragnotti gli chiese consiglio, gli parlò di un’area pubblica: Tor Vergata.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy