Inzaghi: «Passerò il compleanno più bello della mia vita. Napoli? Forse senza Biglia e de Vrij»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Nonostante la sconfitta la Lazio approda in finale dove aspetterà la vincente tra Napoli e Juventus. Simone Inzaghi dà la sua analisi su quanto accaduto

Sconfitta indolore per la Lazio che torna in finale di Coppa Italia dopo due anni. Simone Inzaghi ha analizzato la gara ai microfoni di Rai Sport: «Non c’è miglior regalo per il mio compleanno. Ero fiducioso, abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Stasera sembravamo in casa noi, gli dedichiamo la vittoria. Ai miei ragazzi dico che sono stati fantastici, mi faranno passare il giorno più bello della mia vita. Immobile? E’ straordinario. Ha stretto i denti nonostante ieri stesse non al meglio, ha chiuso la gara da grande attaccante. De Vrij? Per noi è un valore aggiunto, mi ha chiesto il cambio a dieci minuti dalla fine del primo tempo. Ho deciso di non rilevarlo e abbiamo preso il gol. Nell’arco di 180 minuti credo che abbiamo meritato di passare il turno. Non è facile superare Genoa, Inter e Roma. Complimenti ai miei ragazzi che mi hanno reso tranquillo. Dal quarto d’ora in poi ogni volta che attaccavamo davamo la sensazione di poter segnare. Tutti hanno dato il loro contributo, il gruppo è compatto. Bastos e Wallace? Il primo non gioca molto in campionato, così come Lukaku. Eppure sono stati fondamentali nel percorso. Per essere a questo punto significa che ce lo stiamo meritando. I difensori sono stati bravissimi, hanno fatto ciò che avevamo preparato. Non mi piace fare nomi, onore al gruppo. Napoli? Bisogna resettare tutto, la partita può riaprire il discorso Champions. Bisogna recuperare le energie e valutare Biglia e de Vrij. Oggi c’è mancato Parolo, ma quando qualcuno è assente chi gioca dà il massimo. Champions? Tanti non avrebbero scommesso su di noi, però i complimenti vanno ai ragazzi, adesso va affrontata partita dopo partita, ma con questo spirito sono fiducioso».

CONFERENZA STAMPA – L’allenatore si è soffermata in sala per rispondere alle domande dei giornalisti: «Avevo chiesto ai ragazzi questo regalo, è il compleanno più bello della mia vita, tra venti minuti sarà il mio compleanno e i ragazzi mi hanno regalato una gioia indescrivibile. Abbiamo fatto un’impresa battendo Inter e Roma, alla vigilia nessuno ci avrebbe dato fiducia. Nei 180 minuti abbiamo meritato la Finale perché abbiamo avuto determinazione, corsa, tutto quello che serviva. Adesso ce la godiamo e un pensiero va anche ai nostri tifosi perché stasera eravamo in trasferta ma sembrava di giocare in casa, dedico questa vittoria ai tifosi e li ringrazio. La gara di andata ci ha dato una grande spinta però a parte il primo quarto d’ora, vedendo giocare in questo modo la mia squadra dentro di me ero fiducioso, a mezz’ora del primo tempo de Vrij aveva un problema altrimenti non avremmo preso neanche il gol. Onore a questi ragazzi. La foto che abbiamo fatto con i tifosi è stato qualcosa di straordinario, è stata la vittoria del gruppo, di giocatori che hanno giocato meno rispetto agli altri come Bastos, Lukaku, Wallace, tra andata e ritorno questi tre giocatori sono stati il nostro valore aggiunto insieme a tutti gli altri, abbiamo regalato una grande gioia ai nostri tifosi. Juventus e Napoli sono le due squadre migliori, egoisticamente sarebbe meglio la Juve perché se vincesse lo scudetto avremmo una finale di SuperCoppa, poi che vinca il migliore. Vorrei condividere questa impresa con il mio staff senza il quale non avremmo raggiunto questa finale: Farris, Cecchi, Grigioni ecc, sono con me tutto il giorno, mi sopportano ed è con loro che voglio condividere questa gioia». Infine sulle condizioni di de Vrij e Biglia: «Adesso valuteremo, probabilmente dovremo fare a meno di loro domenica, tutti e due sono usciti per esigenze fisiche. Sono stati straordinari, sono importanti con noi come lo è Parolo che per noi è un valore aggiunto ma ero sereno perché sapevo che chi avrebbe giocato al posto di Marco avrebbe disputato un’ottima gara ed è stato così».

INTERIVSTA A LAZIO CHANNEL – Infine l’intervento del mister alle frequenze dei canali ufficiali: «Festeggiare insieme ai tifosi la sensazione più bella, sono stati straordinari ed è anche grazie a loro che ce l’abbiamo fatta. Si tratta di un’impresa, che abbiamo meritato. Vincere a San Siro e battere la Roma non è semplice. Sappiamo quanto è importante per la nostra gente, ora ci prepareremo per il Napoli».