Lazio, quando la magia su punizione di Cataldi spiazzò i biancocelesti

© foto Db Roma 11/01/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Napoli / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Danilo Cataldi

Il biancoceleste è diventato un esperto dei calci piazzati e ha stregato tutti i tifosi laziali. Quando era al Benevento però…

La meravigliosa magia di Cataldi da calcio piazzato che ha portato la Lazio sul momentaneo 1-3 contro il Genoa, ha beffato Perin e lasciato a bocca aperta tutti i tifosi laziali. La sua prodezza ha portato i tre punti alla squadra di Inzaghi che hanno consolidato il secondo posto in classifica, una lunghezza sotto la capolista Juventus. Alla mente dei sostenitori biancocelesti torna subito il gol in Supercoppa Italiana o quello con la maglia della Primavera durante la finale Scudetto contro l’Atalanta. In quella Final Eight ottenne anche il premio «Piermario Morosini» come migliore della competizione.

I ricordi dei biancocelesti però hanno anche una punta di amaro visto che la magia di Cataldi ha colpito anche la squadra. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport infatti, il primo gol in Serie A del classe ’94 su punizione fu realizzato proprio contro la Lazio, nei mesi in cui era in prestito al Benevento. Il match finì 6-2 per la squadra di Inzaghi ma la prodezza di Danilo superò la barriera formata da Immobile e Felipe Anderson e spiazzò Strakosha. Quel gol valeva il momentaneo 1-1 ma il romano non esultò per rispetto ai colori biancocelesti. Ora Cataldi è diventato un perno fondamentale per questa Lazio che sta macinando record e sta vivendo un grandissimo sogno.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy