Lazio, Parolo è ovunque: regista e difensore contro il Bruges

© foto Mg Genova 17/10/2020 - campionato di calcio serie A / Sampdoria-Lazio / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Marco Parolo

Lazio, Parolo è ovunque: regista e difensore contro il Bruges. Il centrocampista di Gallarate sa ricoprire ogni ruolo

Gioca bene in tutti i ruoli e non fa rimpiangere i titolari. Marco Parolo contro il Bruges è una sorpresa continua. Inizia come regista a centrocampo. Finisce il match da centrale, trovandosi a meraviglia sia nella difesa a tre sia nello schieramento a quattro. Mediano, baluardo, uomo squadra. Punto di riferimento per una Lazio decimata dagli infortuni e dai tamponi, che strappa un punto prezioso in casa del Bruges.

Senza Leiva, Immobile, Radu, Lulic e Luis Alberto, Simone Inzaghi gli affida la fascia da capitano e lo elogia a fine partita: «Lo conosciamo da anni e questa sera ha dato tutto». Insomma, un jolly che il tecnico biancoceleste tira fuori nel momento del bisogno. Contro l’Inter all’Olimpico la prima volta da centrale. A Marassi con la Sampdoria l’esperimento sulla fascia destra. Non male per un 35enne, che oggi festeggia l’esordio dal primo minuto in Champions League e non si pone limiti. Se l’emergenza legata ad infortuni e tamponi dovesse continuare, potrebbe giocare ancora nelle prossime trasferte contro Torino e Zenit. Così si legge sul sito de Il Messaggero.it.