Lazio e Milan, sorprese ed investimenti: tra le squadre 200 milioni di differenza

calabria
© foto www.imagephotoagency.it

Tra le due formazioni che si sfideranno domenica all’Olimpico ci sono 200 milioni di differenza: tutti i dettagli

Verso Lazio-Milan. Domenica all’Olimpico si sfideranno le compagini guidate rispettivamente da Inzaghi e Montella. Gara ostica per i biancocelesti, che dovranno fare i conti con un Milan che, nell’ultima finestra di mercato, non ha badato a spese, mettendo a segno diversi colpi importanti. Tanti i fattori che differenziano i due club: primo fra tutti, la strategia di calciomercato. Se infatti i rossoneri hanno costruito la squadra con investimenti decisamente onerosi; i biancocelesti hanno puntato su giovani e promettenti scommesse, in grado di ritagliarsi uno spazio importante nel campionato italiano. Come riporta il Corriere dello Sport, la rosa della Lazio ha avuto un costo di 101 milioni per la dirigenza capitolina: rispetto alla squadra dello scorso anno, l’allenatore piacentino può contare anche su Leiva e Nani, pagati rispettivamente 6 e 10 milioni (questi ultimi saranno versati nelle casse del Valencia nel caso in cui si decidesse di riscattare il giocatore).

MILAN – Dopo tre anni di assenza dall’Europa, il Milan torna – seppur faticosamente – a calcare i palcoscenici dell’Europa League. Per dare a Montella una rosa che rispettasse le aspettative dei tifosi, il duo Fassone-Mirabelli ha compiuto una campagna di calciomercato ‘faraonica’, in cui ‘svettano’ gli acquisti di Bonucci, Biglia, Kessie e Kalinic. Non solo investimenti di questo tipo per la dirigenza rossonera: sorprende notare, infatti. che ben 7 di 25 elementi che compongono la lista Uefa sono a bilancio a zero euro. Montolivo e Storari sono parametri zero, mentre Donnarumma, Calabria, Locatelli, Zanellato e Cutrone sono prodotti del settore giovanile. Una ‘rivoluzione’ che dovrà essere gestita con cautela: il tecnico campano sarà all’altezza della situazione?