Leiva: «Questi anni alla Lazio sono fantastici. Champions? Pensiamo a divertirci»

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, Lucas Leiva ha definito gli obiettivi stagionali della squadra e raccontato della sua avventura in biancoceleste

La Lazio si prepara a vivere le emozioni della Champions League con la voglia di ripetere quanto di buono fatto lo scorso anno. A definire gli obiettivi della squadra è Lucas Leiva che, in un’intervista per HalfTime, ha descritto anche il suo legame coi colori biancocelesti:

EUROPA – «Dobbiamo solo pensare a divertirci, non si può mai sapere cosa può accadere in Champions League. Ci sono tanti club forti e al tempo stesso ogni anno ci sono delle sorprese. Nell’ultima edizione abbiamo visto arrivare ai quarti di finale e in semifinale squadre che nessuno si aspettava. Ecco perchè dobbiamo solo pensare a divertirci e cercare di fare bene in campo vincendo più partite possibili».

REINA – «Non mi aspettavo di vederlo qui, sono sincero (ride ndr). Abbiamo giocato insieme a Liverpool per sei anni e siamo stati avversari in Italia. Lui è un campione, è fantastico ritrovarsi. Ha portato tanta esperienza in una squadra giovane. Lui è un giocatore abituato alla Champions, ha disputato anche una finale e vinto molti trofei. Davvero il massimo averlo con noi». 

ESPERIENZA BIANCOCELESTE – «Quando arrivai alla Lazio ero un po’ impaurito. Per me era un’esperienza nuova, nella mia carriera non sono passato così spesso da un club a un altro. Ma ero eccitato, stavo andando in una meravigliosa città e in una grande squadra. Fortunatamente tutto è andato bene dall’inizio. Il mio debutto in Supercoppa contro la Juve, quando abbiamo battuto i bianconeri, ho capito che avrei potuto dare il mio aiuto alla squadra. Questi tre anni sono stati fantastici».

PASSATA STAGIONE – «Stavamo andando alla grande, dopo il lockdown però non abbiamo giocato bene come avremmo voluto. Alla fine comunque siamo riusciti a restare nelle prime quattro posizioni. Strano è stato giocare senza i nostri tifosi, ci mancano. Con gli stadi vuoti è differente, sembrano quasi amichevoli. Mi dispiace anche non sentire i cori degli avversari, fanno parte del calcio. Dobbiamo comunque trovare le giuste motivazioni in questo periodo, sperando che le cose vadano meglio nei prossimi mesi e si possa tornare alla normalità. La stagione porterà nuove sfide per la Lazio, su tutte appunto quella della Champions League, una competizione meravigliosa che non vediamo l’ora di giocare».  

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy