Romulo, il retroscena: «La Lazio mi voleva, ma ecco perchè ho scelto il Genoa»

Romulo
© foto @Youtube

Romulo – centrocampista del Genoa – alla vigilia del match contro la Lazio, ha raccontato un retroscena di calciomercato

Lazio-Genoa, tra i protagonisti anche Romulo. Il giocatore non è nuovo dalle parti del quartier generale biancoceleste: il suo profilo è stato più volte avvicinato allas quadra capitolina nelle ultime sessioni di mercato. Alla vigilia del match, il centrocampista si è raccontato a Il Messaggero: «Mister Inzaghi pratica un bel gioco, con tanto pressing e velocità nella circolazione della palla. Immobile poi è uno degli attaccanti più forti in Europa. Con la Lazio dovremo fare una partita vicina alla perfezione, sbagliando il meno possibile e cercando di rifornire l’attacco per sfruttare la vena di Piatek».

MERCATO E NON SOLO – «Su di me anche Lazio e Roma? Sì, entrambe erano interessate. Il mio procuratore mi chiamava ogni giorno a giugno per comunicarmi, in particolare, l’interesse dei giallorossi. Chiedevano di aspettare un po’, dopo lo svincolo dal Verona, perché attendevano la partenza di un giocatore. Il Genoa però, dopo avermi cercato già a gennaio insieme alla Lazio, mi voleva a qualsiasi costo e subito, così non ho avuto dubbi. Questa è una città stupenda e apprezzo il modo in cui i genovesi stanno reagendo alla tragedia del ponte Morandi. 5 maggio 2014? Rispondo Lazio-Verona 3-3, la mia prima partita dopo l’inizio della pubalgia. Non stavo bene e infatti sono entrato solo a metà secondo tempo. Il mio gol, sul 2-2, poteva regalarci la vittoria e l’Europa League. Una nostra stupidata, in area su Klose, ci costò il rigore del pareggio. Leiva? Lo conosco, ha casa vicino a me in Brasile e ogni tanto ci sentiamo. Mi piaceva già quando giocava nel Gremio, la mia squadra del cuore, e ha fatto bene anche in Inghilterra e ora in Italia».