Lazio, Sesena su Faraoni: «Con Lazzari sarebbe una fascia da far invidia»

© foto @CalcioNews24

Roberto Sesena, ex tecnico della Lazio Primavera, ha detto la sua su Faraoni, da tempo accostato ai biancocelesti

Faraoni è una voce di mercato che si fa sempre più insistente per il futuro mercato della Lazio. A dire la sua sul giocatore è qualcuno che lo conosce bene: Roberto Sesena, ex tecnico della Primavera. A Gianlucadimarzio.com, ecco le sue parole:

«Faraoni, insieme a Santon, era l’esterno più forte in circolazione. Doveva migliorare, così a volte lo mettevo dietro, era insuperabile anche lì. Ritorno a Roma? Sarebbe la chiusura di un cerchio, ne sarebbe molto felice. Se n’è andato troppo presto, non ho mai capito perché. Con Ballardini, nel 2009, si ruppe il crociato durante un allenamento con la prima squadra. Andai a trovarlo a Villa Stuard, mi disse che sarebbe andato all’Inter. La Lazio non gli avrebbe fatto firmare niente. Atleticamente era perfetto, forse è maturato tardi».

INIZI «L’ho sentito alcuni mesi fa. Viene da tre anni positivi, prima al Crotone e ora al Verona. All’Inter Ranieri lo stimava, poi ci ha messo un po’ per tornare ai suoi livelli. Gli infortuni hanno influito. Lo notai negli Allievi, poi Sabatini ci disse di far giocare i più bravi e lo portai in Primavera, Gran passo, piede delicato, un esterno elegante. Il più bravo». 

MERCATO «Sabatini stravedeva per lui, mentre Tare, all’epoca, lo considerava più acerbo. Magari aveva ragione Igli, ma adesso Marco potrebbe far comodo a Inzaghi. Tra lui e Lazzari sarebbe una fascia da far invidia a tutti. Fisicamente, penso che Marco sia anche più prestante di Lazzari. Parliamo di due esterni fortissimi, con una grande corsa. Napoli su Faraoni? Lo vedo meglio alla Lazio, con quel modulo».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy