Lazio, Diaconale: «Non vogliamo accontentarci. Possiamo battere la Juventus»

diaconale
© foto @OfficialSSLazio

Arturo Diaconale è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, per parlare del momento Lazio e della questione legata ad Atalanta-Lazio

È intervenuto ai microfoni di Tmw Radio Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, per parlare del grande campionato della Lazio, di Acerbi e della situazione anticipo per AtalantaLazio, in programma il 7 marzo alle ore 15:00.

Venti risultati utili consecutivi – «È il frutto del lavoro della continuità, l’ossatura della squadra è insieme da quattro anni, così come lo staff tecnico. L’impegno e la fatica di tutti porta questi risultati. Potrebbe essere una sorta di lezione per gli altri. Poi c’è un altro fattore: la continuità all’interno di una squadra in cui c’è un clima di solidarietà e fratellanza veramente forte. I giocatori sono amici tra di loro, si aiutano, e sanno di poter contare sulla società».

Elogi per Acerbi – «Merita tutto, veramente. Oltre che essere un grande giocatore è una splendida persona».

Umiltà – «Bisogna sempre combattere, avendo voglia di raggiungere costantemente risultati più grandi. La squadra non ha dato segnali contrastanti, allora andiamo sempre così. Nel gruppo ci sono ragazzi esperti e capaci, sanno che tipo di momento stanno vivendo. L’unico pericolo che escludo è che la Lazio si accontenterà, quell’ipotesi che ha avanzato Agnelli ieri. Non ci sarà questo rischio»

Juventus – «Non vorrei sembrare sbruffone, in realtà della Juventus fa paura il nome, il prestigio e l’abitudine che ha di vincere. Sul piano tecnico la Lazio, come ha già dimostrato, può batterla e giocarsela. Ma serve tenere i piedi ben saldi per terra, sapendo che nessuno ci regalerà nulla in queste ultime 14 partite. Dobbiamo avere la consapevolezza che la partita più importante è quella che si gioca la domenica, poi si vedrà».

Questione anticipo Atalanta-Lazio – «Dipende dalle due società, vediamo, mi attendo a quello che è stato attribuito al presidente Lotito. Per il momento ognuno si tiene la sua proposta: l’Atalanta vorrebbe anticipare mentre la Lazio vorrebbe rispettare il calendario. Per ciascuno sarebbe un vantaggio: è vero che siamo generosi ma siamo anche in una fase delicata della stagione. Il vantaggio della Lazio è di non avere le coppe, allora perché deve privarsi di un po’ di tempo per preparare la partita? Se poi troveranno un accordo i presidenti vedremo, per il momento la situazione è questa».

Matteo Pesce

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy