Lazio, De Martino: «Lulic vicino al rientro. Luis Alberto? Le regole sono per tutti»

Luis Alberto
© foto Db Roma 30/09/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Atalanta / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Luis Alberto

Stefano De Martino, direttore della comunicazione della Lazio, ha fatto il punto sulle vicende che stanno animando la squadra biancoceleste

Il direttore della comunicazione biancoceleste, Stefano De Martino, è intervenuto a Lazio Style Radio per fare chiarezza sulle ultime vicende della squadra di Inzaghi:

«L’inizio di campionato è stato molto impegnativo, avendo affrontato Atalante, Inter e Juventus. Ora sulla carta ci sono partite più agevoli, ma non sarà facile affrontare squadre in difficoltà in classifica, a cominciare dal Crotone. La concentrazione è massima, i biancocelesti non hanno mai abbassato i ritmi”.

LULIC – «Il recupero è sulla strada giusta, speriamo di averlo presto. Sarà un nuovo acquisto sulla fascia sinistra, ci auguriamo già che sia disponibile a partire da dopo la sosta. Credo che la rosa sia stata costruita bene e con tante alternative per ruolo: la difficoltà sta nell’averle sempre e tutti a disposizione».

IMMOBILE – «Ciro è dispiaciuto per questa alternanza dei tamponi, c’è confusione anche per altri casi simili. Mi auguro che nei prossimi controlli venga fatta chiarezza. Immobile è fondamentale per noi e per la Nazionale. Attendiamo notizie nelle prossime ore, sperando siano positive. Siamo sempre in contatto, aspettiamo i tempi giusti. Lui è sereno, per quello che si può dire».

LUIS ALBERTO – «Le regole valgono per tutti, anche per un giocatore straordinario come lui. Qui è fondamentale, tutti credono in lui, è ben voluto. Lo spagnolo ha spiegato di aver capito l’errore commesso. La società è sempre intervenuta quando andava fatto e Luis Alberto lo sa. I giocatori devono rispettare le regole che abbiamo istituito, rappresentando questa squadra e questo popolo, anche nella vita privata devono essere consapevoli di questo. Può succedere che venga espresso un malumore su alcune questioni, limitandosi però a dei commenti. Chi fa parte di questa società ha sempre rispettato le regole. Il caso Luis Alberto è chiuso».

MEDIA «La presa in giro di Max Giusti diverte, non è un problema. Per quanto riguarda l’astio, c’è sempre stato nei nostri confronti dagli anni ’80. Questo è una costante di un certo tipo di stampa. I motivi? Non ce n’è uno scatenante. Il presidente può aver generato malumori, ma noi siamo sempre andati avanti credendo nelle nostre battaglie. Noi lavoriamo, cerchiamo di portare risultati, vogliamo far divertire i tifosi. Purtroppo non si può cambiare la testa della gente. Sul caso dei tamponi noi non possiamo aggiungere altro seguendo la scelta della società visto che c’è un’indagine in corso. Quando tutto ciò sarà chiuso, poi prenderemo provvedimenti nei confronti di chi è andato oltre il consentito e chi non ha avuto un comportamento deontologico e non ha avuto lucidità. Sicuramente alla fine risponderemo. Non passerà nulla inosservato».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy