Lazio, Cucchi: «Di questa squadra m’impressiona la determinazione»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex radiocronista e tifoso della Lazio, Riccardo Cucchi, ha fatto i suoi complimenti ad Inzaghi analizzando il momento dello spogliatoio

A Radio Centro Suono, un entusiasta Riccardo Cucchi – ex radiocronista e noto tifoso della Lazio – tesse le lodi della squadra di Inzaghi: «La determinazione e la voglia sono ciò che più mi ha impressionato della Lazio che, anche contro la Cremonese, ha messo in campo grande volontà di vincere. La squadra sta chiudendo un processo di maturazione che l’ha portata ad avere convinzione nei propri mezzi. Infatti non mi aspettavo questo terzo posto né queste tutte vittorie consecutive. Spesso la Lazio aveva grande difficoltà nel chiudere le partite e manifestava una certa fragilità psicologica e mentale, che a volte non le permetteva di rimontare. Ora invece è riuscita a invertire questa tendenza, riuscendo lei stessa a chiudere le partite decisive nei minuti finali»

INZAGHI – «Credo che sia stato bravo Inzaghi a creare quest’’atmosfera. L’aria che si respira a Formello è davvero positiva, i ragazzi danno davvero l’impressione di divertirsi quando scendono in campo: questa unità d’intenti segna le stagioni più importanti, mi sembra che l’atmosfera che si è creata sia quella che porta a conquistare i grandi traguardi a fine stagione».

MAGLIA E SCUDETTO – «Vedere in campo la maglia scelta per i 120 anni mi ha riportato indietro a momenti molto importanti, tutti ricordano quella squadra straordinaria della fine degli anni ’90. Sensazioni? Vorrei andare cauto nell’inseguimento di un sogno, sono consapevole della forza delle squadre che precedono la Lazio in classifica. La Juventus è più forte malgrado le due vittorie in campionato e Supercoppa abbiano dimostrato che la squadra di Inzaghi sia in grado di giocarsela alla pari. Sarà molto importante anche la passione del pubblico all’Olimpico: si può sognare ma restando coi piedi per terra».

SABATO – «La Samp è cresciuta rispetto all’inizio della stagione, Ranieri l’ha rimessa in riga. la Lazio dovrà ripetere la partita dell’andata facendo particolare attenzione ai quei due là davanti: Gabbiadini e Quagliarella».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy