Lazio Cremonese, Rastelli: «I biancocelesti hanno fatto un’ottima gara»

© foto www.imagephotoagency.it

Al termine di Lazio Cremonese, il mister Rastelli ha espresso il suo parere riguardo la prestazione dei suoi

Alla fine della gara contro la Lazio, il mister Rastelli ha voluto esprimere il suo parere riguardo la partita e la gara fatta dai suoi giocatori.

Il tecnico della Cremonese in conferenza stampa ha detto: «Ho fatto i complimenti ai ragazzi, era la nostra prima gara ufficiale dopo la sosta. La Lazio ha avuto già modo di giocare, al di là del divario tecnico tra le due squadre. Mi dispiace aver preso gol su due cross su cui potevamo fare meglio. Siamo stati propositivi. Questo punteggio ci penalizza troppo per quanto fatto vedere in campo. I biancocelesti hanno fatto un’ottima gara, ma credo che il risultato sia eccessivamente severo per noi. Modulo? Sono gli interpreti che esaltano il sistema di gioco. Stiamo ragionando per andare ad immettere caratteristiche diverse all’interno di questo organico, ma avremo modo di recuperare altri giocatori. Cercherò di cucire il vestito migliore. Non mi sono mai fossilizzato sui moduli. Nel girone d’andata, a corrente alternata, questa squadra ha fatto vedere delle ottime prestazioni e performance meno positive. Dobbiamo rivedere delle piccole cose per fare in modo che questa squadra riesca a esprimersi al meglio. Simone Inzaghi, avrebbe mai pensato che arrivasse a questi livelli? Non gli avrei dato mezza lira. Era un ragazzo di vent’anni, giocherellone. Ha fatto una grande carriera da giocatore, e da allenatore sta dimostrando tutto il suo valore, in termini di carisma, personalità, lucidità nel capire i momenti di una stagione. Gli auguro ogni bene. Castrovilli e Strefezza? Due ragazzi giovani, che mi hanno dato tanto, stanno dimostrando in Serie A di valere molto. Mi auguro che possano fare una carriera radiosa. Stiamo valutando in che modo intervenire, abbiamo ancora quindici giorni davanti, qualche chiacchierata è stata già imbastita, nei prossimi giorni avremo altri colloqui con il direttore. Devo pensare alla squadra, sabato abbiamo una sfida delicatissima, per me questo è il pensiero più importante».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy