Lazio, consigli a Inzaghi e ritorno di Felipe Anderson: il dibattito a RadioRadio

felipe anderson
© foto www.imagephotoagency.it

Impazza il dibattito su RadioRadio, diversi noti giornalisti si esprimono dando un consiglio al tecnico della Lazio Simone Inzaghi e su un ipotetico ritorno di Anderson.

Sulle frequenze di RadioRadio gli opinionisti di “RadioRadioLoSport” sono stati chiamati a esprimersi su due questioni: consigli ad Inzaghi rispetto al mancato arrivo di nuovi innesti, e giudizio su un eventuale ritorno di Felipe Anderson dal West Ham.

Franco Melli

Se avessi una chance di dire qualcosa all’allenatore gli direi che la Lazio è in ritardo ma lui deve capire come mai la sua squadra è crollata, ancora non riesco a darmi una spiegazione. Un ritorno di Anderson? Lo riprenderei, lo vedrei bene, ero innamorato di lui, Filippetto mio, credo che in certi momenti abbia fatto bene anche in Inghilterra quindi piuttosto di una scommessa lo prenderei. In questa situazione di nulla andrebbe portato su in ritiro sulle spalle, lo vedrei benissimo. Meglio di molti nomi che vengono citati ripetutamente.

Furio Focolari

Inzaghi deve farsi sentire, perché non è più “Simoncino”, ora è un signor allenatore e deve fare valere la stoffa che ha, 78 punti, record della storia della Lazio, i record di vittorie. Deve senza esagerare farsi sentire, far sentire il peso della sua leadership. Penso sia giusto che pretenda qualcosa in più, magari già la società gli ha promesso che lo farà, io non lo so. La Lazio non può fermarsi ai giocatori di seconda fascia, questo Muriqi non mi convince, se mi parli di Giroud è un’altra cosa, bisogna fare la Champions League. Anderson? Con me sfondate una porta aperta. Al West Hai ha fatto benissimo il primo anno, male questa stagione con un nuovo allenatore. Caratterialmente non è un fenomeno, è umorale, ma il suo ritorno sarebbe un prestito perché non vedo la Lazio sborsare una cifra astronomica. Il suo ruolo sarebbe l’alternativa a Correa vicino a Immobile. Dovendo sostituire qualcuno potrebbe forse anche fare il Luis Alberto.

Alessandro Vocalelli

La Lazio è quella dello scorso anno, ma quest’anno sa che Leiva è un giocatore a rischio, che devi aspettare, su cui non hai certezze, stesso discorso per Lulic, reduce da un lunghissimo infortunio e da un’operazione. Radu a questa età farà una stagione con ancora più punti interrogativi. Non è neppure la Lazio dello scorso anno, solo Leiva e Lulic che erano due titolatissimi rappresentano due punti interrogativi. La Lazio è già meno dello scorso anno, bisogna fare qualcosa di importante e di aderente al fatto che dopo 13 anni la Lazio torna in Champions. Non ci si può limitare a mostrare orgoglio per l’obiettivo. Felipe Anderson? Sempre piaciuto, mi smentirei a dire di no. E’ stato un peccato non trovargli posto, se la Lazio lo riprende deve essere non per fargli fare il quinto al posto di Lazzari. Potrebbe fare la seconda punta o l’esterno di fascia, un ruolo anche alla Correa, ha qualità e può risolvere le gare.

Fernando Orsi

Vorrei vedere Inzaghi che abbia una rosa di 18 giocatori sullo stesso livello, dal portiere al numero 11, di avere i doppi in tutti i ruoli, almeno 7/8 giocatori che in panchina possano risolvere la gara. Sarebbe la conferma di voler crescere e lottare per arrivare nei primi 4 e non fare solo la comparsa in Champions. Vanno comprati tanti giocatori di livello, non uno solo. Anderson? Difficile, ma integrerebbe alla grande un reparto offensivo di qualità, permetterebbe anche di cambiare modulo. Sarei propenso a farlo tornare, assolutamente, anche se a me i ritorni di solito piacciono poco. Credo che però lui sia andato via con qualche rimpianto, può ancora dare qualcosa.

Stefano Agresti

Il mio messaggio per Inzaghi? Quello che può darti la Lazio, lo sai bene. Credo lui sia il meno sorpreso di tutti, non si aspettava fuochi d’artificio, credo lui lo abbia accettato. Ora deve crescere di livello, aumentano gli impegni, cresce l’aspettativa e crescono i rischi. Credo che Simone non sia purtroppo sorpreso, sa che la Lazio gli metterà a disposizione un organico non super ma competitivo. Anderson? Quest’anno ha fatto un solo gol, a me i cavalli di ritorno non piacciono, già era discusso quando era titolare alla Lazio, al West Ham non ha sfruttato la chance, non credo sia un giocatore cresciuto, io non lo riprenderei.