Lazio, Inzaghi: «Dopo l’eliminazione in Europa voglio una reazione»

© foto www.imagephotoagency.it

Oggi, alla vigilia di Cagliari-Lazio, mister Inzaghi presenta la gara durante la canonica conferenza stampa

Testa al Cagliari: a Formello sono scattate le prove tattiche, tutto è pronto per la trasferta sarda. La terza squadra del campionato incontra la quarta, si preannuncia una bella gara seppur la Lazio non rischi il sorpasso. Il dovere è infatti quello di allungare sulle inseguitrici e ribadire il terzo posto.

Oggi, alla vigilia della sfida, mister Inzaghi risponde alle domande dei cronisti presenti a Formello.

Quanto peso dai a Cagliari?

«Una partita difficilissima, troviamo una squadra che sta facendo benissimo, che ha un grande entusiasmo. Al di là di questo, ha qualità, ha dimostrato di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria».

Fatto il salto di qualità e di mentalità?

«Siamo in un ottimo momento. Guardo indietro, vedo che se non venivano i risultati facevamo prestazioni. I risultati passano da questo, prima raccoglievamo poco ora raccogliamo con merito. Crediamo in ciò che facciamo e nelle nostre potenzialità. Continuaimo così, domani è un impegno importante per noi».

Post sbornia dopo la vittoria con la Juventus passato?

«I ragazzi hanno fatto una buona settimana, sapevamo di avere il Rennes in mezzo. Dopo le due sconfitte con il Celtic il nostro percorso europeo era pregiudicato. Avevamo due impegni da fare nel migliore dei modi, con il Cluj ci siamo riusciti, con il Rennes meno. Domani voglio una bella reazione. L’aspetto europeo non deve passare inosservato, avevamo il dovere di andare nel turno successivo. Non siamo stati bravi a far girare gli episodi dalla parte nostra».

Dopo Cagliari c’è la Supercoppa, si farà condizionare dai diffidati?

«Assolutamente no, sappiamo di questo aspetto. La nostra unica concentrazione è su Cagliari, poi avremo una finalissima da giocare, ma ora penso a domani. Sappiamo di avere dei diffidati, faranno attenzione ma penseranno solo alla partita con i sardi».

Cagliari rivelazione?

«Sì, hanno fatto un ottimo mercato. Hanno comprato ottimi elementi, sono organizzati e hanno un grande allenatore. Sicuramente la rivelazione del campionato, se la gioca con tutti alla pari. Hanno entusiasmo, qualità e grande organizzazione».

Quale reparto da temere maggiormente?

«Penso che abbiano una grande strada, con profondità di rosa. Farei attenzione a tutti i reparti, subiscono poco facendo pressing costante».

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER