Lazio, Cataldi torna a casa da uomo consapevole e si prende la Lazio

cataldi lazio
© foto Cataldi

Dopo aver girato un po’, ora è tornato e si gode il suo momento alla Lazio: Danilo Cataldi ha voglia di diventare un punto di riferimento

Come si manda via di casa un figlio perché ha bisogno di scontrarsi con la realtà della vita, così la Lazio ha mandato Cataldi in prestito per farsi le ossa.

Il laziale della zona di Tomba di Nerone, ha sempre dimostrato attaccamento alla maglia e amore per questi colori, nonostante anni fa ci fu un’incomprensione con il tifo biancoceleste per un’esultanza poco composta durante una sfida ai tempi della sua parentesi genoana. Fin da subito Danilo è entrato nei cuori dei laziali, indossando la fascia da capitano e facendo scendere qualche lacrima di malinconia a chi sogna quella fascia al braccio di un romano laziale. Il ragazzo che tempo fa è partito da casa, è tornato uomo e, con la consapevolezza di chi ha sudato per questo, sta raccogliendo i suoi frutti. Domenica sera ha messo il sigillo alla partita contro la Juventus con una punizione da capogiro e consegnando a «Mamma Lazio» la quinta Supercoppa Italiana della sua storia. Un cerchio che si chiude ed un nuovo capitolo che si apre, tra Cataldi e la sua Lazio: storia di un uomo che torna a casa per sostenere chi lo ha cresciuto.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy