Lazio, che delusione contro il Carpi: biancocelesti in affanno e un punto che lascia l’amaro in bocca

© foto www.imagephotoagency.it

Brutto rientro dalle vacanze per la Lazio, la ripresa non è stata sicuramente come ci si aspettava dopo la partita contro l’Inter. Una Lazio in affanno che porta a casa un solo punto contro un Carpi ben organizzato.


Primo tempo
– Un primo tempo carico di aspettative che hanno fatto fatica a concretizzarsi, la Lazio apre il nuovo anno con fatica ed è emblematico il numero di tiri in porta per i primi 45 minuti di gioco: zero, zero come quelli del Carpi e questo dato non può non lasciare perplesso più di qualcuno. Il Carpi sembra partire meglio con un gol annullato al 3 minuto per posizione irregolare di Zaccardo, la Lazio risponde timidamente prima con Anderson, troppo impreciso, e poi con Candreva al quale viene annullata una rete al 21′ per posizione irregolare su passaggio di Cataldi. Da qui in poi poche, se non nulle le occasioni per entrambe le formazioni e il primo tempo si conclude con uno 0-0 che ancora sa di vacanze di Natale.


Secondo tempo
– Il secondo tempo si apre con la prima sostituzione per la Lazio: fuori Anderson e dentro Keita, el pipe non ha brillato. La Lazio sembra essere più convinta ma mancano comunque le conclusioni in porta allora Pioli effettua il secondo cambio al 62′: fuori Cataldi e dentro Klose, una Lazio più offensiva. Ottima occasione per la Lazio con Candreva al 73′ su punizione: tiro potente di poco a lato. A dieci minuti dal termine del tempo regolamentare Konko sfiora il gol del vantaggio con un tiro fuori area di poco al lato dal palo. Terzo e ultimo cambio per i biancocelesti: fuori Matri e dentro Djordjevic. Occasione anche per il neo entrato Klose che su cross di Candreva anticipa di testa il portiere  Belec ma nin trova la porta. Il match si conclude al 95′ con un nulla di fatto, con la Lazio che non riesce a spiccare il volo, rimanendo imprigionata in un limbo creato da lei stessa.