Lazio, Canovi: «Scudetto molto possibile, vuole ripartire per vincerlo»

© foto Db Reggio Emilia 24/11/2019 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

L’ex operatore di mercato, Dario Canovi, ha commentato la delicata questione della ripresa ai microfoni di TMW

Dario Canovi, avvocato ed ex procuratore, è intervenuto ai microfoni di TMW per fare il punto sulla delicata questione dei contratti in scadenza il 30 giugno e della ambizioni della Lazio:

«I club ricchi hanno meno interesse ad arrivare alla fine del campionato, mentre i club tra virgolette poveri, ossia quelli che hanno qualche difficoltà economica dovuta proprio all’emergenza Coronavirus, spingono chiaramente di più. Penso per esempio alla Lazio, che vuole ripartire nella speranza di vincere un titolo che all’inizio del campionato era insperato e insperabile, ma che ora potrebbe essere invece molto possibile».

«Mi auguro che i calciatori non decidano di svincolarsi nel caso in cui non arrivino pagamenti regolari da parte dei club. Se dovesse succedere, credo comunque che le società avrebbero ottime possibilità di vincere l’arbitrato visto che si tratta di cause di forza maggiore. La pandemia ha avuto conseguenze su tutto il mondo, non solo a livello calcistico, e sarebbe sicuramente una giustificazione per impedire la risoluzione dei contratti. Personalmente, rimpiango sempre la mancanza di un personaggio come Sergio Campana (ex presidente AIC, ndr): lui non avrebbe mai paventato una cosa del genere, perché oltre a grandi capacità aveva anche una capacità di convincimento nei confronti dei calciatori che probabilmente l’attuale AIC non ha».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy