Lazio, Calori: «Finalmente matura per il salto di qualità»

© foto Mg Reggio Emilia 24/11/2019 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Lazio / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza a fine gara Lazio

Lazio, Calori commenta il percorso della squadra d’Inzaghi e la corsa Champions League.

Intervenuto ai microfoni di ElleRadio, l’ex calciatore Alessandro Calori ha commentato l’andamento della Lazio. Partendo da Francesco Acerbi: «Acerbi è un giocatore che rappresenta uno dei pochi leader di difesa rimasti in Italia. Ha piena consapevolezza di sé, con le vicissitudini che ha passato che lo hanno arricchito e reso un punto fermo assoluto».

LAZIO, CORSA CHAMPIONS – «La Lazio da tanti anni ha un gruppo già definitivo, come dice spesso mister Inzaghi deve trovare la consapevolezza della sua identità. In momenti come questi deve dimostrare di aver capito la lezione, spesso negli ultimi anni nei momenti positivi non è riuscita a dare continuità, credo che ora sia matura per mettere in atto questo salto».

LAZIO – UDINESE – «L’Udinese fino a poche partite fa era la migliore difesa della Serie A e aveva un grande equilibrio, pur segnando pochissimo. Ora ha trovato maggiore facilità a esprimersi offensivamente: ha delle individualità interessanti come De Paul, mentre Okaka, Nestorovski e Lasagna sono delle punte che possono far bene. I friulani sono una squadra ancora alla ricerca della propria identità, ora deve lottare per salvarsi ma uscendo da questo limbo potrebbe migliorare ulteriormente».