sabato 24 Ottobre 2020

Lazio, Budoni: «Derby importante per dimenticare la Coppa Italia. Ieri è mancato Luis Alberto»

lazio roma
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, Riccardo Budoni analizza il match di Coppa Italia di ieri e commenta il Derby di domenica ai microfoni di Lazio Style Channel

Tra Coppa Italia e Serie A: la settimana della Lazio di Inzaghi è iniziata con l’eliminazione dalla competizione dopo una sfida agguerrita col Napoli allo Stadio San Paolo. Questi sette giorni finiranno con il derby che si giocherà domenica 26 alle ore 18. Il match contro la Roma si sta rivelando pieno di insidie ma i biancocelesti faranno di tutto per mantenere la striscia continua di vittorie in campionato. L’ex biancoceleste Riccardo Budoni ha parlato di queste due importanti match ai microfoni di Lazio Style Channel. Ecco cos’ha detto:

«Dopo Napoli? C’è immediatamente una partita importantissima, penso che in questi casi sia la cosa migliore per mantenere alta la concentrazione e buttarsi indietro ciò che non è andato bene. E’ stata una partita che ha tolto delle energie, soprattutto a livello nervoso. E’ importante, ora, ricompattare testa, cuore e gambe. Speriamo di entrare in campo con maggior tranquillità rispetto a ieri, quella di ieri una gara molto strana, ci sono state varie partite all’interno di quella singola. Ha prevalso confusione, quando è arrivato il gol – Luiz Felipe si è fatto sorprendere come un novellino – la Lazio ha preso il pallino del gioco e sul calcio di rigore , lì bisognerebbe leggere bene il regolamento. Andava ripetuto? Se avesse fatto gol, cosa sarebbe successo?».

Due i gol annullati ieri durante Napoli-Lazio, uno a Immobile e l’altro ad Acerbi: ecco cos’ha detto Budoni:

«Penso che sia clamoroso più quello di Acerbi, è una situazione talmente evidente che il giocatore del Napoli va a contrastare il tiro poi deviato. La causalità a quel punto non ci può essere, l’unico intento del giocatore è quello di impattare la palla. Interpretare le situazioni del gioco: da parte sono il bello del calcio, dall’altra ti fanno arrabbiare. La Lazio la sua partita l’ha fatta, all’Olimpico il Napoli aveva partecipato nella metà campo della Lazio a fare la partita, ieri i partenopei hanno deciso di lasciare il boccino ai biancocelesti. Anche quando si giocava in parità, sembrava la Lazio fosse in superiorità. La fantasia di Luis Alberto avrebbe potuto creare tanti problemi. Mancava il colpo del genio per penetrare in una buona difesa. Non sarà né la prima né l’ultima partita che la Lazio dovrà affrontare contro una squadre con questo tipo di gioco, può essere utile per il futuro trovare delle alternative con il fraseggio. L’espulsione di Leiva ha detto tanto, anche e soprattutto dal punto di vista dell’ordine. Il brasiliano ha avuto una reazione un po’ troppo eccessiva, i giocatori devono iniziare a capire che gli arbitri non perdoneranno più nulla».

Archiviata la partita col Napoli, ora i biancocelesti hanno la testa al Derby di domenica prossima:

«E’ una partita pericolosa. Il gioco della Roma è molto sorniona, con dei lampi incredibili. Bisognerà stare molto attenti, Fonseca cercherà di non subire il fraseggio al limite dell’area di rigore dei giocatori della Lazio. Magari farà un pressing ritardato. Penso che la partita di questa sera tra Juventus e Roma qualche indicazione la darà. La Lazio ha una propria identità, e deve mantenerla». 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy