Connettiti con noi

News

Lazio–Bayern: la chiave di lettura di Bobo Vieri

Pubblicato

su

Per l’ex biancoceleste la difesa bavarese sarà il punto debole da aggredire

Luis Alberto, Correa, Immobile: per Bobo Vieri la chiave di lettura della temibile sfida di Champions con i bavaresi è tutta qui. O quasi. Per l’ex attaccante biancoceleste sono questi i nomi che possono far male alla corazzata Bayern Monaco, campione d’Europa in carica e attualmente primo in Bundesliga, con 41 reti segnate in 15 partite, di cui ben 15 dall’inossidabile Lewandowski. Lo ha spiegato in diretta su Twitch, nel suo consueto appuntamento online, stavolta in compagnia di Adani e Cassano.

Vieri ha espresso il suo personalissimo pronostico a prescindere dalle quote calcio future che saranno pubblicate in attesa della sfida. Secondo l’ex centravanti della Lazio, il Bayern gioca un evidente calcio offensivo, particolarmente sbilanciato nella metà campo avversaria: una squadra, insomma, che attacca tantissimo ma concede parecchio in difesa. È questa la chiave di lettura: la Lazio può colpire il Bayern nelle retrovie, proprio con il trio Luis Alberto, Correa, Immobile. Per Bobo, il goal dei biancocelesti non è solo possibile, ma altamente probabile. Anzi, a proposito di scommesse, Vieri ne pronostica almeno due, tra la gara di andata e quella di ritorno.

La sfida resta comunque difficilissima e temibile. A suo avviso, i tedeschi restano i favoriti indiscussi anche per quanto riguarda le marcature: Vieri pronostica addirittura cinque goal dei bavaresi ai biancocelesti che, in ogni caso, “Li beccheranno in difesa, perché loro concedono”. Queste le testuali parole del “bomber” nel video. Anche Cassano nella stessa diretta su Twitch si è lasciato andare alla sua previsione. Partita ostica, soprattutto per via del sorteggio che vede la prima di andata a Roma e il ritorno all’Allianz Arena. Il Bayern ha due squadre di livello stratosferico, riferendosi al talento dei giocatori in panchina, e resta la primissima candidata alla vittoria della Champions.

dominik reallife

 

Vieri non figura tra i marcatori prolifici dei biancocelesti. In forza alla Lazio nella stagione 1998-1999, segna 12 reti in 22 partite, pur contribuendo alla vittoria di una delle più belle partite della sua vita, per sua stessa ammissione. È il 19 maggio 1999 quando a Birmingham la Lazio si incorona regina d’Europa vincendo l’ultima Coppa delle Coppe della storia che entra a far parte del palmarés biancoceleste. Nell’altra metà campo c’è il Maiorca, battuto per 2-1 grazie al suo goal, dopo solo sette minuti, e a quello di Nedved, all’81′ di gioco, con il quale i biancocelesti replicano al pareggio dello spagnolo Dani all’11′ del primo tempo.

Se Vieri non figura tra i marcatori prolifici dei biancocelesti, la Lazio non figura tra le avversarie dei bavaresi da quando i due club hanno iniziato le rispettive avventure in coppa. Dunque, prima sfida assoluta tra le due. Sono 16, invece, i precedenti con le compagini tedesche, tra cui Borussia Dortmund, Borussia M’Gladbach, Bayer Leverkusen, Eintracht Francoforte e Werder Brema per un complessivo di sette vittorie e quattro pareggi.