Lazio, Andrew Howe: «Per ripartire serve rabbia e concentrazione»

© foto Mg Brescia 05/01/2020 - campionato di calcio serie A / Brescia-Lazio / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Ciro Immobile

Andrew Howe, tifosissimo della Lazio, è intervenuto sulle frequenze della radio romana per parlare del percorso dei biancocelesti

Prima che il campionato si interrompesse, la Lazio stava facendo un percorso esaltante: difesa e attacco tra i migliori del campionato, record interno di vittorie consecutive, 21 risultati utili consecutivi ed un solo punto di distanza dalla vetta.

Oggi l’atleta Andrew Howe, tifosissimo biancoceleste, ha voluto ripercorrere i passi della sua squadra del cuore dando il suo parere a Radio Incontro Olympia: «Ero felice, stavo vivendo alla grande la corsa biancoceleste. Dentro di me dicevo ‘finalmente’! La squadra mi piace, c’è un attaccante che fa paura come Immobile. Dietro tutti spingevano in un modo incredibile, sono sincero, vedevo lo Scudetto all’orizzonte. In tanti temevano la Juventus, io ero ottimista, pensavo che sarebbe arrivato il tricolore. Ora vediamo che succede. Hanno messo in pausa il campionato, speriamo di ripartire da dove abbiamo lasciato. I ragazzi devono continuare ad allenarsi come sto facendo io, se si riesce a ripartire devono essere belli concentrati e arrabbiati. Anche perché, in ogni caso, la prossima stagione con la Champions League. Devono mantenere il focus mentale sull’obiettivo, la cosa più importante è mantenere la testa attiva. Forse Immobile potrebbe fare bene gli 800 metri, ma dovrebbe sicuramente migliorare la tecnica di corsa. Se Lazzari mi starebbe dietro? Sembra non faticare in campo, è vero, ma tranquillo lo staccherei lo stesso (ride, ndr)…».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy