La moviola di Lazio – Apollon Limassol: giusta la chiamata del rigore, ma quanti gialli per i biancocelesti!

© foto www.imagephotoagency.it

Prima gara di Europa League per la Lazio di Simone Inzaghi che all’Olimpico affronta i ciprioti dell’Apollon Limassol

Esordio della Lazio in Europa League. I biancocelesti affrontano all’Olimpico i ciprioti dell’Apollon Limassol. La direzione della gara è affidata all’azero Aliyar Aghayev, assistenti: Rza Mammadov, Zeynal Zeynalov; IV uomo: Mubariz Hashimov; ADD1: Rahim Hasanov; ADD2: Orkhan Mammadov.

Primo Tempo – Tutto facile nella prima frazione di gioco per il direttore di gara. Match super corretto e praticamente nessuna situazione dubbia. Solo un cartellino estratto al 21′: ad essere giustamente ammonito è Yuste per il suo intervento falloso sulla ripartenza di Caicedo. Tutto regolare nell’azione che ha portato invece la Lazio al vantaggio con la rete di Luis Alberto.

Secondo Tempo – 51′ – Pronti via, la Lazio nella ripresa va subito in gol con un pallonetto di Caicedo Vale, il direttore di gara però ferma tutto per la posizione di fuorigioco di Caicedo.

55′ – Episodio dubbio in area di rigore, i biancocelesti protestano per un tocco di mano, l’arbitro però lascia giustamente proseguire, le braccia del difensore dell’Apollon sul tiro di Caceres sono infatti attaccate al corpo.

57′ – Arriva anche il primo cartellino giallo per la Lazio, ammonito Badelj per fallo di mano su Papoulis.

71′ – Arriva anche la seconda ammonizione per i biancocelesti, questa volta tocca a Milinkovic-Savic per il fallo commesso su Sachetti.

79′ – Tris di cartellini gialli per la Lazio, ammonito anche Lucas Leiva per un fallo commesso sul numero 19 Carayol.

82′ – Il direttore di gara fischia, giustamente, calcio di rigore per il fallo di Joao Pedro che atterra Caicedo in area.