L’ex laziale Michael Laudrup alza un trofeo con il suo Swansea

© foto www.imagephotoagency.it

Festa doppia per lo Swansea. Nell’anno del centenario, la vittoria nella finale di Coppa di Lega contro il Bradford vale l’accesso diretto alla prossima Europa League. Michelino Laudrup vanta un biennio alla Lazio, stagione 83-85 con 9 reti in 60 presenze. Un magro bottino dovuto alla giovanissima età e all’inesperienza, ma arricchito con le successive esperienze alla Juventus, al Barça e al Real, prima del buen retiro giapponese ed olandese. Il primo trofeo della storia accelera le trattative per il rinnovo del suo contratto, in scandenza nel 2014. “Personalmente non posso immaginare la prossima stagione senza di lui”, chiosa Huw Jenkins, il Big Boss degli Swans. “Penso che Michael sarà ancora con noi in quanto ha affermato di voler onorare il suo contratto. Abbiamo già iniziato a parlarne ma anche Michael ha sottolineato che se anche firmasse per dieci anni le speculazioni non finirebbero mai”, conclude ironicamente Jenkins.

Articolo precedente
Zarate resta alla Lazio: Dinamo Kiev non più interessata
Prossimo articolo
Lazio-Stoccarda a porte chiuse, De Martino: “Due turni di squalifica, adesso…”