L’AVVERSARIO – Chievo: pochi cambi, tante certezze

Chievo
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta contro la Juventus e la pausa per le nazionali, la Lazio riprende il suo cammino in campionato in quel di Verona, dove ad attenderla c’è il Chievo di Rolando Maran. I gialloblu arrivano a questa sfida a quota tre punti proprio come gli uomini di Inzaghi, frutto della vittoria contro l’Inter e della sconfitta di Firenze.

Il ds Luca Nember ha praticamente mantenuto l’ossatura della squadra dello scorso anno. Il cambio più importante è avvenuto tra i pali, dove al posto di Bizzarri, ceduto al Pescara, è tornato Stefano Sorrentino, che aveva già militato nel Chievo dal 2008 al 2013.

Il non aver rivoluzionato la rosa e l’aver mantenuto lo stesso allenatore rappresentano i punti di forza dei veneti, che, soprattutto al Bentegodi, hanno dimostrato nelle passate stagioni di poter far male a chiunque.

 

LA STELLA – L’uomo chiave dei gialloblu è senza ombra di dubbio Valter Birsa. Il trequartista sloveno ha iniziato nel migliore dei modi la stagione siglando una doppietta di pregevole fattura contro la nuova Inter di De Boer, regalando al Chievo i primi tre punti del campionato. Rolando Maran sa sfruttare appieno le caratteristiche dell’ex Milan, che arriva spesso al tiro da posizione centrale grazie al lavoro degli attaccanti, i quali si allargano sull’esterno proprio per favorire gli inserimenti del numero 23 clivense.

 

COSI’ IN CAMPO CONTRO LA LAZIO – Tornano a disposizione di Maran Floro Flores e Izco, recuperati durante la sosta. L’allenatore trentino dovrebbe confermare in blocco l’11 iniziale di Firenze, che nonostante la sconfitta, ha convinto.

 

PROBABILE FORMAZIONE CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Meggiorini, Inglese.