Kosovo, Berisha: «Non siamo condannati, Europei ancora possibili»

© foto www.imagephotoagency.it

Berisha commenta la sconfitta del suo Kosovo contro l’Inghilterra. Tra amarezza e orgoglio per la prestazione.

Una brutta sconfitta, quella subita dal Kosovo, affondato davanti all’Inghilterra per 4-0. A proposito della gara, il centrocampista della Lazio Valon Berisha è intervenuto ai microfoni dei cronisti locali commentando la debacle: «Una brutta partita. Abbiamo giocato bene, abbiamo osato, abbiamo fatto girare la palla creando anche qualche occasione. Se avessimo avuto un pizzico di fortuna… Ma sappiamo che davanti a una squadra di questo livello, con tanti giocatori che ogni settimana giocano in Premier League, ogni errore viene pagato caro e si trasforma in gol incassato».
«Ma penso che fino al 70′ minuto, abbiamo giocato un’ottima partita, abbiamo fatto un’altra partita rispetto a quella contro la Repubblica Ceca (persa per 2-1, ndr). Per noi è stato importante migliorarci, ma è ovvio che volessimo un risultato migliore. Abbiamo imparato la lezione di quella partita, e abbiamo dimostrato che contro una superpotenza contro l’Inghilterra in pochi sarebbero in grado di giocare come abbiamo fatto noi. Difficile anche per squadre più forti. Abbiamo creato occasioni molto valide, ma il gol è mancato». L’ultima speranza sono i playoff: «Abbiamo grandi probabilità di poter vincere contro la Macedonia. Non possiamo dire di essere favoriti, ma credo che contro di loro possiamo vincere e qualificarci», ha concluso.