Klose: “È dura arrivare in Europa, adesso pensiamo al Carpi. Pandev? Non posso essere primo in tutte le classifiche”

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio contro l’Inter è tornata a vincere dopo il passo falso contro la Sampdoria. Il match lo ha sbloccato Miro Klose che con un delizioso pallonetto ha battuto Handanovic, il tedesco ai microfoni di Lazio Style Channel ha analizzato la prestazione della sua squadra: “È dura arrivare in Europa. Dobbiamo guardare partita per partita, ora c’è il Carpi che deve vincere per salvarsi. Poi anche l’ultima sarà difficile contro la Fiorentina. Perisic? Ci conosciamo, con lui ho giocato in Bundesliga. A fine partite ci siamo salutati e con lui mi sono scusato perchè gli ho dato un calcio al polpaccio nel primo tempo. Gol? Inizialmente volevo fare soltanto una finta ma poi ho cambiato idea. Superare record di Pandev? Va bene pure se Pandev rimane primo, non posso essere primo in tutte le classifiche (a Klose mancano due reti per diventare il miglior marcatore straniero della Lazio, ndr). Inzaghi? È alla sua prima esperienza, noi proviamo ad aiutarlo. Lui è motivato però è ancora all’inizio. Con il mio atteggiamento voglio mostrare ai miei compagni che se lottiamo ognuno per l’altro siamo uno in più in campo. Bisogna giocare sempre con rabbia e provare a migliorarsi”.