Italia, Zazzaroni: «Voler bene a questa squadra significa trasmettere ottimismo e fiducia prima di ogni evento»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Italia, Zazzaroni: «Voler bene a questa squadra significa trasmettere ottimismo e fiducia prima di ogni evento»

Pubblicato

su

Italia, Zazzaroni: «Voler bene a questa squadra significa trasmettere ottimismo e fiducia prima di ogni evento». Le parole del giocatore

Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, ha analizzato le principali difficoltà dell’Italia ad Euro 2024 per poi soffermarsi sui singoli e quindi sul blocco Inter. Ecco la sua riflessione nell’editoriale.

ITALIA DI SPALLETTI – «Nella storia d’Italia ci sono nazionali che abbiamo amato tantissimo, quella dell’82 più delle altre. All’Azzurra di Luciano possiamo giusto voler bene. Anzi, dobbiamo farlo. Perché ha limiti indiscutibili, è fragile, il brutto anatroccolo della favola dei quattro titoli mondiali. E perché la colpa, in fondo, è soprattutto nostra: di chi l’ha descritta piena di cigni che cigni in realtà non sono»

I SINGOLI – «Anche se dovesse passare il turno, o andare addirittura oltre, resterebbe una Nazionale di A2, i cui unici valori elevati sono Donnarumma e Barella. Voler bene a questa squadra significa trasmettere ottimismo e fiducia prima di ogni evento. […] Considerare Bastoni e Calafiori dei grandi difensori: hanno piede, sono belli da vedere, ma sull’uomo vanno sempre in difficoltà e in mezzo all’area corrono, raramente li trovi in posizione. E quando nei sedici metri sei portato a (rin)correre per difendere, rischi e spesso sbagli. Voler male a questa squadra significa sovraccaricare di responsabilità l’allenatore che, potendo lavorare poco, non può incidere come vorrebbe e potrebbe»

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.