Lazio, uno staff super tecnologico: le strategie di Inzaghi

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, biancocelesti all’avanguardia sul fronte tecnologico: tutte le curiosità

Quella della Lazio è una panchina smart, intelligente e finalmente “parlante”. Nell’era della tecnologia sempre più digital – come riportato dal Corriere dello SportInzaghi e il suo superstaff sono superconnessi. Comunicano tra di loro tramite i walkie talkie. Dall’alto, il calcio, per gli specialisti si vede e si legge meglio. Per questo i due match analyst sono in collegamento diretto, continuo, tramite Mario Cecchi, collaboratore tecnico, che riferisce successivamente ad Inzaghi. Lo staff s’avvale di questa opzione da quest’anno, fin dalla partita di Genova con la Sampdoria. Il collegamento è stato attivato anche nel derby e rimarrà aperto per tutta la stagione.

COME FUNZIONA – Mario Cecchi si accomoda in panchina, indossa un auricolare, comunica con la tribuna, dove sono presenti CerasaroAllavena e da quest’anno anche Rocchini, attraverso un microfono, poi trasmette le informazioni (direttamente) a Farris e Inzaghi. Prima della svolta digital le indicazioni venivano trasmesse durante l’intervallo, dentro agli spogliatoi.

ANALISI DEGLI AVVERSARI – Non finisce qui, perché oltre alla comunicazione, la Lazio possiede anche un ricco database dove vengono raccolte le informazioni sugli avversari. Inoltre viene monitorato lo stato di forma degli atleti attraverso le telecamere che indicano la velocità e i chilometri percorsi. Infine, l’ultima curiosità, riguarda i giocatori: prima di ogni partita tutti ricevono dei video su whatsapp dove viene presentata la squadra avversaria.