Inzaghi: «Stanchi nella ripresa, ma sono soddisfatto». E su Caceres…

convocati Inzaghi salisburgo-lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Inzaghi ha commentato Lazio-Fiorentina, rispondendo a qualche domanda di calciomercato e sui singoli

E’ un Simone Inzaghi soddisfatto quello che è intervenuto ai microfoni di Rai Sport. La sua Lazio ha giocato un ottima prima frazione, lasciando maggiormente il possesso palla alla Fiorentina nella ripresa. Ecco il suo commento al termine del match: «La squadra ha fatto un ottimo primo tempo, con l’unico rammarico di non aver raddoppiato. Nella ripresa abbiamo accusato un po’ di stanchezza, ma la Fiorentina ha fatto solo un tiro con Chiesa. La semifinale è un grande obiettivo, la volevamo a tutti i costi. Ci aspettano due mesi intensi. Abbiamo sofferto da grande squadra perchè la Fiorentina è una squadra in crescita. Immobile? Stanotte aveva la febbre, veniva da due giorni che non si era allenato. Caicedo? Ha sentito un dolore dietro la coscia. Era in condizione, poteva aiutarci. E’ questo l’unico neo della serata. Felipe Anderson? Ha fatto quello che gli avevo chiesto. La sua condizione fisica è da migliorare, ma sono soddisfatto. Rinnovo de Vrij? Spero possa restare perchè è un gran giocatore e fa piacere allenarlo. Caceres? E’ un ottimo difensore. Avremo tempo però per parlare di calciomercato. Se ne occuperà la società sia per le mosse in entrata che per quelle in uscita. Spal? Non fummo brillanti all’andata, ma prima pensiamo all’Inter. Vogliamo correre in campionato senza mollare e combattendo su tutti i fronti».

Simone Inzaghi è poi intervenuto così in conferenza stampa: «Nel secondo tempo ci siamo abbassati un pò, però sono molto soddisfatto. La squadra voleva fortemente la semifinale. Eccetto il tiro di Chiesa non abbiamo concesso nulla alla Fiorentina. Il risultato di 1-0 è inusuale per noi, ma mi piace, anche perchè per la seconda gara consecutiva non subiamo gol. Immobile? Non sapevamo nemmeno se convocarlo, poi lui è un giocatore di una generosità estrema, ci siamo sentiti per pranzo dopo la notte movimentata che ha passato. Caicedo era in un ottimo momento e sarebbe stato importante per noi, ha avuto un problemino alla coscia, vedremo l’entità, lui ci sta aiutando molto e speriamo che dopo la sosta torni a disposizione. Son stati molto bravi i miei, in difesa hanno fatto bene, non abbiamo subito gol e abbiamo lavorato da squadra. Caicedo ci ha aiutato tantissimo, poi nel secondo tempo ci sono stati i cambi ma alla Fiorentina è stato concesso solo il tiro di Chiesa. Il derby di domani? La vedrò, sarà un derby bellissimo da vedere con molta attenzione. Sabato affronteremo l’Inter che sta facendo un bel campionato, ci vorrà un’ottima partita a Milano».

L’allenatore biancoceleste è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: «Il cruccio è non aver chiuso il primo tempo con un vantaggio più ampio. La Fiorentina è salita nel secondo tempo ma io sono molto soddisfatto della squadra, abbiamo concesso un tiro e niente più. Abbiamo centrato una semifinale con tutte le forze. Sia Caicedo che Felipe Anderson hanno fatto molto molto bene, spiace per l’infortunio di Caicedo che stava crescendo molto. Immobile pensavo di metterlo solo 30′, ma Ciro è un generoso, un altro forse non sarebbe neanche venuto in panchina e lui ha giocato 70 minuti. Mi piace questa manifestazione, dopo il Cittadella sapevano di poter essere di nuovo in semifinale, ora potremmo centrare un’altra finale che sarebbe storica. Inter? Sta facendo un campionato straordinario come noi, sabato sarà una bellissima partita, noi dovremo essere al meglio, loro sono molto temibili a San Siro. Bastos? Bravissimo, ma fare un nome su tutti mi dispiace, hanno giocato bene anche i subentrati. Onore a questo gruppo che ha fatto 4 mesi da stropicciarsi gli occhi. Questi ragazzi fanno cose che a volte stupiscono pure me».

Articolo precedente
Pioli coppa italiaPioli: «La Lazio ha avuto il grande merito di approfittare dei nostri errori»
Prossimo articolo
Leiva: «Vogliamo arrivare lontano in tutte le competizioni. Posso ancora migliorare» – VIDEO