Il Messaggero – E Inzaghi spostò la porta per far vedere la partita ai tifosi

FORMELLO
© foto www.imagephotoagency.it

Ecco cosa ha fatto Inzaghi per i tifosi prima della partitella. Lo racconta Il Messaggero.

 

 

«Mettete la porta di qua che loro hanno pagato il biglietto». Il pensiero di Simone Inzaghi è rivolto ai tifosi. Seduta pomeridiana. Il tecnico sta per fischiare l’inizio della partita. Si accorge che giocando nella metà campo lato Monte Agudo avrebbe penalizzato i pochi presenti, circa 200. Meglio sistemare i pali di là, sotto la tribuna vicina al Lago di Santa Caterina. Il ritiro è aperto, ma l’accesso allo stadio Zandegiacomo avviene su prenotazione e a pagamento. Non poche le difficoltà burocratiche riscontrate: oggi ci sarà una conferenza in Comune per fare chiarezza sulla questione. Selfie e autografi con i giocatori sono vietati. Un altoparlante ricorda di «rispettare il distanziamento», secondo i protocolli per evitare il contagio da Covid-19. Il gol di André Anderson decide la sfida in famiglia. Luis Alberto, Escalante e Kiyine fanno tremare la traversa. Un tiro di Inzaghi, a gara finita, scheggia il montante e si insacca. Il pubblico gradisce, lui ringrazia e ingaggia una sfida di calcio-tennis con i preparatori Rocchini, Cecchi e il vice Farris. Il ds Tare osserva da pochi passi, mentre Parolo “si confessa” col club manager Peruzzi, arrivato nel pomeriggio, all’ingresso degli spogliatoi. Così si legge nell’edizione odierna de Il Messaggero.