Hoedt: «Sono cresciuto tanto grazie a de Vrij. Nazionale? Adesso penso solo alla Lazio»

hoedt lazio
© foto www.imagephotoagency.it

A margine dell’evento ‘La Lazio nelle scuole’ Wesley Hoedt è intervenuto anche ai microfoni dei cronisti presenti

«I piccoli tifosi sono importanti per noi, è sempre bello essere con loro. Pre-convocazione con la Nazionale? Sono in un momento molto positivo, ma è solo una pre-convocazione. Il mio pensiero numero uno adesso è rivolto alla Lazio, poi vedremo cosa succederà con l’Olanda – spiega Hoedt -. Stefan? De Vrij è fortissimo, tra i più forti d’Europa, ma anch’io sono cresciuto tantissimo, grazie anche al suo aiuto. Insieme giochiamo benissimo. Addio a gennaio? Ho un contratto con la Lazio, sono sempre stato con la mente qui. Anche quando non ho giocato ho lavorato duro, e adesso è arrivato questo momento. Non ho ancora fatto niente, posso ancora migliorare tanto. Obiettivo Europa? Pensiamo partita dopo partita, stiamo facendo bene, ma mancano ancora undici partite. Vogliamo vincerle tutte, poi vedremo dove siamo arrivati. Difesa a tre? Mi trovo bene, per me non cambia niente se cambia il modulo. Il derby? L’ho già giocato, le scelte del mister le rispetto. Se guardiamo troppo avanti poi sbagliamo, ora è importante solo pensare alla partita di lunedì contro il Torino».