Connettiti con noi

Hanno Detto

Grigioni: «Con Sarri è cambiato il ruolo dei portieri, ecco come»

Pubblicato

su

Grigioni ha commentato il lavoro svolto in questa prima parte di ritiro: ecco le parole dello storico preparatore dei portieri

Mister Grigioni, preparatore storico dei portieri della Lazio, ha raccontato i cambiamenti portati da mister Sarri per i canali ufficiali:

PORTIERI – «L’importanza di Strakosha non sta a me dirlo, il fatto di essere come un secondo padre è un orgoglio, soprattutto sotto l’aspetto personale. Fa parte del nostro compito: non siamo solo allenatori in campo, lo siamo anche nella vita. Reina anche è fondamentale per carisma e professionalità, è un giocatore top, sotto l’aspetto tecnico-tattico che personale».

CAMBIO GIOCO – «Con Inzaghi avevamo la linea a tre, ora quattro e un approccio diverso con la costruzione. Sarri vuole molta velovità di gioco e intensità e anche i portieri devono fare lo stesso e giocare la palla il più velocemente possibile, cercando la situazione migliore. Si stanno adeguando tutti velocemente».

ADAMONIS – «È cresciuto, è diventato anche papà e lo ha aiutato. Gli serve continuità, mettersi in mostra per prendere sicurezza e mettere a frutto le sue qualità che non sono poche».

PARTECIPAZIONE – «Siamo presi tutti, sono partecipe anche a livello emotivo. Quando fanno qualcosa di importante, ci sentiamo gratificati e se sbagliano sentiamo un po’ di colpa anche noi. Viviamo le emozioni da fuori, ma sempre in corrispondenza a quello che provano loro».