Garics: «La Lazio ha più qualità del Salisburgo. VAR? Con i torti subiti è naturale pensare male…»

© foto www.imagephotoagency.it

György Garics ha parlato della sfida tra Lazio e Bologna e del Salisburgo

Quest’oggi a Nyon sono stati definiti i prossimi avversari delle italiane tra Champions League ed Europa League. I biancocelesti se la dovranno vedere con il Salisburgo di  Marco Rose. Per parlare di tutto ciò e molto altro, è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia l’ex difensore del Bologna György Garics. Ecco le sue parole.

SALISBURGO – «Per i giocatori del Salisburgo giocare contro la Lazio offre uno stimolo in più per fare bella figura ed essere notati da una società importante. La Lazio ha maggiore qualità degli austriaci, un livello superiore rispetto a quello dei prossimi avversari. La filosofia della società è quella di raccogliere i giovani più bravi d’Austria, facendo leva sulla formazione e sull’educazione. Così facendo si ha l’opportunità di giocare, fare esperienza e crescere. Nel frattempo in parallelo sono state create le realtà controllate dalla Red Bull a New York e a Lipsia per avere sinergie. I giocatori di maggiore talento però vengono girati in Germania. La Lazio dal sorteggio è obbligata a vincere, mentre il Salisburgo non ha nulla da perdere».

RETE DI TACCO DI IMMOBILE – «Ciro ha questi colpi. Già all’inizio della carriera aveva fatto vedere certe giocate. Serve anche un pizzico di fortuna, però se dentro non si ha la follia di pensare una giocata del genere e di provarci, non si può mai realizzare».

VAR – «Io sono stato contrario fin dal principio. È bello anche parlare degli errori arbitrali, tanto alla fine anche con il VAR c’è margine per la polemica. La vita è fatta di errori umani, non esiste nessuno che non ne faccia. Se si guardano i torti subiti dalla Lazio è naturale pensare male, anche se non credo alla malafede», conclude Garics.

 

Articolo precedente
Bologna, l’ad. Fenucci: «Andiamo a Roma convinti di fare una buona prestazione contro la Lazio»
Prossimo articolo
TareTare: «La Lazio ha una squadra per affrontare tutte le competizioni. De Vrij? Non ho ancora trovato il suo successore, ma…»