FPF, il Manchester City chiede un procedimento al TAS di Losanna

© foto www.imagephotoagency.it

Il Manchester City ha risposto alla sentenza della UEFA inflitta per la violazione del Fair Play Finanziario

Esclusione dalle Coppe e una sostanziosa multa per la violazione del Fair Play Finanziario. Il Manchester City è stato colpito così dalla sentenza della UEFA. Decisione che non è piaciuta alla società che – come riportato dall’ANSA e dai canali ufficiali del club – procederà con il ricorso al TAS di Losanna:

«Nel dicembre 2018, il capo investigatore della UEFA ha anticipato pubblicamente il risultato e la sanzione che intendeva imporre al Manchester City anche prima di iniziare qualsiasi tipo di indagine. Il Club ha presentato un reclamo formale all’organismo disciplinare UEFA, un reclamo che è stato convalidato da una sentenza TAS. Fondamentalmente, è un caso avviato dall’UEFA, indagato dalla UEFA e giudicato dalla UEFA. Con la conclusione di questo processo discriminatorio, il Club cercherà di ottenere un processo imparziale il più rapidamente possibile e, pertanto, avvierà il prima possibile un procedimento dinanzi al Tribunale dell’arbitrato sportivo».