FOCUS – Da Marchetti a Klose: quanti “casi irrisolti” in casa Lazio

© foto www.imagephotoagency.it

Se il mercato di gennaio porterà sicuramente un difensore centrale per coprire il vuoto lasciato dal lungodegente De Vrij, più incerta e delicata è la situazione relativa ai rinnovi dei giocatori in scadenza a giugno. Marchetti, Konko, Braafheid, Mauri e Klose infatti, qualora non prolungassero il loro contratto con la Lazio, sarebbero liberi di firmare per qualsiasi altra squadra a partire dal 1 febbraio. Analizziamo ogni caso nel dettaglio:

FEDERICO MARCHETTI – La situazione del portiere biancoceleste è una delle più spinose. Il ds Tare ha quasi chiuso per l’estremo difensore dell’Hajduk Spalato Kalinic, e questo fa pensare che il rinnovo del numero 22 non sia più così scontato. Dall’entourage del giocatore trapela un velato ottimismo, ma l’appuntamento decisivo con la società è stato sempre rinviato. La Juventus resta in attesa, e se Neto decidesse di concludere in anticipo il rapporto con i bianconeri, Marchetti diventerebbe più di una semplice idea per Marotta e Paratici.

ABDOULAY KONKO – Da esubero a protagonista. Rispolverato da Pioli contro il Dnipro in Europa League, il francese è diventato ufficialmente il ‘vice Basta’ sulla corsia destra. Nelle ultime due partite di campionato contro Sampdoria e Inter è stato uno dei migliori in campo, e chissà se grazie a questo exploit inatteso nella prima parte di stagione, si possa aprire uno spiraglio per un rinnovo comunque molto difficile.

EDSON BRAAFHEID – L’esatto opposto di Konko. L’anno scorso il terzino olandese collezionava una prestazione migliore dell’altra, il problema sulla fascia sinistra sembrava risolto. Poi l’infortunio avvenuto a dicembre: lesione del collaterale interno del ginocchio sinistro, da quel momento in poi solo qualche spezzone di partita. In questa stagione neanche un minuto tra campionato, Tim Cup ed Europa League: il rinnovo è praticamente impossibile.

STEFANO MAURI – L’ex capitano biancoceleste, fresco di rinnovo annuale ad agosto, non dovrebbe prolungare ulteriormente il suo contratto con la Lazio. Sono solo 333 i minuti disputati fin qui in tutte le competizioni per il centrocampista brianzolo, che desidererebbe chiudere la sua carriera in America, come ha dichiarato lui stesso quest’estate.

 

MIROSLAV KLOSE – Anche l’esperienza del bomber di Opole nella Capitale è giunta al capolinea. Miro non rinnoverà, anzi, molto probabilmente dirà addio al calcio giocato. Il numero 11 biancoceleste, secondo fonti provenienti dalla Germania, si è già accordato con la Federazione tedesca che gli ha promesso un posto da ct in una nazionale giovanile. Nei prossimi giorni ne sapremo di più, quello che è certo è che il futuro di Klose non sarà più a tinte biancocelesti.

Un capitolo a parte lo merita Senad Lulic, il cui contratto con la Lazio scadrà nel 2017. Il presidente Lotito ha presentato al bosniaco una proposta di rinnovo con adeguamento dell’ingaggio, ma il giocatore ha chiesto tempo per riflettere. La sensazione è che se arrivasse un club con un’offerta tra i 10 e i 15 milioni di euro, l’eroe della finale di Coppa Italia del 26 maggio potrebbe seriamente partire.

Andrea Coppini – Lazionews24.com