Filippini: «Non mollo, spero di sfruttare l’occasione come Lombardi». E ad Auronzo…

filippini-virtus-entella
© foto Lazio News 24

Il terzino di proprietà della Lazio, Lorenzo Filippini, spera in una permanenza in prima squadra dopo un lungo periodo in prestito

Per tre stagioni ha girato l’Italia da Nord a Sud, esperienze in prestito per sperare un giorno di indossare la maglia della Lazio. Lorenzo Filippini non è stato fortunato in Serie B, ma si è fatto le ossa, spera che con Simone Inzaghi possa avere finalmente la sua chance. Di questo a parlato in un’intervista rilasciata alle colonne del Corriere dello Sport: «Per un ragazzo i prestiti possono essere formativi, però non so quanto aiutino il calciatore: non è facile imporsi dove tendono a valorizzare i giovani di proprietà. Le colpe sono da condividere, potevo fare sicuramente di più. Non mollo, aspetto la mia occasione. La merito, prima o poi arriverà, magari come successo a Lombardi, lui stava peggio di me, giocava in Lega Pro, ha avuto un’opportunità e l’ha sfruttata alla grande». Poi un commento sul tecnico: «Gli faccio i complimenti per l’annata e per come ha preparato i derby. È una persona straordinaria, sa tenere un gruppo, ha una fame di calcio incredibile e la trasmette a tutti. Il mio obiettivo? Spero di essere aggregato per il ritiro di Auronzo, poi valuteremo con la società: non so se avrò una possibilità qui o se partirò di nuovo».