Marchetti: «Alla Lazio vissuto un periodo magico. 26 maggio? Ho ancora la pelle d’oca…»

© foto www.imagephotoagency.it

Federico Marchetti torna a parlare della finale di Coppa Italia vinta con la Lazio, contro i rivali storici della Roma

Passato, presente e futuro. In una lunga intervista concessa a Europacalcio.it, Federico Marchetti ripercorre alcune tappe della sua carriera. Tra le esperienze più esaltanti sicuramente c’è quella della Lazio, con cui ha vinto una Coppa Italia contro la Roma. A quel 26 maggio 2013 è legato uno dei ricordi più belli del portiere in maglia biancoceleste.

RICORDI «I primi tre anni alla Lazio sono stati qualcosa di magico. Tanto che, ancora oggi, essere considerato uno degli eroi del 26 maggio mi fa venire la pelle d’oca. Cagliari? Gli anni in Sardegna sono stati una vetrina importante per la mia carriera, perché mi hanno permesso di andare in nazionale ed essere acquistato dalla Lazio. Ai biancocelesti sono rimasto legato per ben sette anni, tra “altissimi” e “bassissimi” ormai assai noti. Poi il club ha deciso di puntare su un portiere più giovane (Strakosha n.d.r.). Questo mi ha fatto chiaramente vedere come stanno le cose: nel calcio si può passare in un attimo dall’essere fondamentali al diventare esuberi».