Connettiti con noi

News

Euro 2020, confermato il pubblico in 8 stadi: il comunicato dell’UEFA

Pubblicato

su

La UEFA ha ufficializzato attraverso un comunicato ufficiale la presenza di pubblico in otto stadi ad Euro 2020.

La UEFA ha ufficializzato la presenza di pubblico ad Euro 2020. Al momento otto nazioni: San Pietroburgo ha confermato una capienza del 50%, con la possibilità di aumentare, mentre Budapest pensa all’ingresso libero. Baku ha confermato la capienza al 50% a patto che i tifosi provenienti dall’estero abbiano un tampone negativo. AmsterdamBucarestCopenhagen e Glasgow hanno confermato una capienza che può variare tra il 25 e il 33%. Londra ha confermato un afflusso minimo del 25%.

Inoltre l’Uefa ha gelato l’Italia annunciando che la presenza dell’impianto capitolino è tutt’altro che certa e sarà valutata fino al 19 aprile. Entro questa data infatti, bisognerà garantire al massimo organo calcistico europeo la presenza di una fetta di pubblico, condizione definita imprescindibile per ospitare i match. Stessa situazione per Bilbao, Monaco e Dublino.

Questo il comunicato della UEFA:

«Desideriamo esprimere il nostro apprezzamento alle federazioni affiliate e alle autorità nazionali e locali che stanno collaborando strettamente per garantire il ritorno sicuro degli spettatori allo stadio. Attualmente, otto tra i paesi ospitanti hanno confermato la presenza di pubblico sulla base delle loro proiezioni e di un miglioramento della situazione sanitaria nei loro Paesi a giugno e luglio. Sono considerati diversi fattori, tra cui un aumento delle vaccinazioni e la minore diffusione dei contagi nella stagione più calda. Molti dei paesi ospitanti avevano già inserito EURO 2020 nella loro strategia nazionale di ripresa. Inoltre, la UEFA ha lavorato a stretto contatto con l’Organizzazione mondiale della sanità per adattare lo strumento di valutazione del rischio WHO COVID-19 per EURO 2020».