ESCLUSIVA – Ercole (CdS): «La sosta ha spezzato la magia che stava vivendo la Lazio. Play-off? Solo tra le prime tre»

© foto As Roma 29/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Bologna / foto Antonello Sammarcoi/Image Sport nella foto: esultanza gol Joaquin Correa

ESCLUSIVA – Le parole di Marco Ercole, intervenuto ai nostri microfoni, su quello che sarà il futuro del campionato di Serie A

Marco Ercole, giornalista de il Corriere dello Sport, ha detto la sua in esclusiva ai nostri microfoni su tutto quello che sta accadendo nel mondo del calcio e in particolare in casa Lazio tra possibili play-off e ripresa del campionato.

Tante polemiche in questo periodo soprattutto nel mondo Lazio per la possibilità di riprendere gli allenamenti. Cosa pensi in merito?

«Queste polemiche in questo momento non ci sarebbero dovute essere. Sarebbe stato meglio aspettare che venissero date delle disposizioni dall’alto per capire, poi è chiaro che abbiamo visto che la Serie A ha mostrato tutto il suo lato peggiore in questo momento con ognuno che ha cercato di coltivare i propri interessi e pochi che hanno cercato di guardare quale fosse il fine comune che doveva essere per tutti i club. Siamo andati incontro a molte figuracce. La questione degli allenamenti è solo una delle tante che si sono susseguite in questi giorni».

Credi nella ripresa del campionato?

«Secondo me si riprenderà non so quando ma voglio essere ottimista. Il fatto che siano stati posticipati gli Europei ci da una grossa manco anche se c’è al momento il vincolo del 30 giugno ma non è detto che possa essere confermato. Si possono trovare dei modi per una proroga ai vincoli contrattuali di alcuni giocatori. Sono fiducioso che alla fine si possa continuare, non so se facendo tutte le giornate. Un verdetto finale ci sarà».

Nell’ipotesi che il campionato si decida con i play-off quante squadre dovrebbero lottare per lo scudetto?

«Ognuno ha cercato di coltivare i propri interessi anche in questo caso, tutti vogliono ottenere un vantaggio da questa situazione. Se dovessero essere i play-off la soluzione più giusta è che siano tra le prime tre, neanche in quattro. Con l’Atalanta che è in una posizione di limbo che potrebbe rientrarci».

Anche il mondo del calcio risentirà della crisi?

«Credo che la crisi arriverà anche nel mondo del calcio ma soprattutto per le medio-piccole. I grandi club d’Europa ne risentiranno fino a un certo punto, i club più piccoli che vivono di incassi avranno sicuramente più problemi».

La sosta ha danneggiato la Lazio o a fronte di un possibile ritorno le motivazioni potranno essere ancora più forti?

«Per me è un fattore negativo per la Lazio che era in un momento straordinario e fermare quella serie che era ancora in essere non è stato positivo. Non sarà semplice riprenderla dopo quello che è accaduto».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy