Esclusiva – Claudia Palombi: «Questo è il momento più importante della carriera di Simone. Il suo idolo? Da piccolo Signori ora Immobile…»

lazio palombi
© foto Lazio News 24

ESCLUSIVA LN24 – Claudia Palombi è intervenuta in esclusiva ai nostri microfoni per parlare di Lazio e molto altro

La sua permanenza a Roma è stata del tutto inaspettata. Simone Palombi aveva già le valigie pronte in attesa di una nuova destinazione in prestito, ed invece mister Inzaghi ha deciso di confermarlo nella sua squadra. Il tecnico piacentino, proprio il suo mentore durante la trafila nelle giovanili laziali. Simone Inzaghi conosce molto bene il giovane bomber di Tivoli, ed è a conoscenza delle sue eccezionali capacità realizzative. Per parlare di Simone Palombi e della Lazio, si è espressa in esclusiva ai microfoni di Lazionews24.com Claudia Palombi, sorella del classe ’96.

Questo potrebbe essere uno dei momenti più belli della vita di Simone, rimasto alla Lazio e convocato in Under 21…

«E’ senza dubbio il momento più importante della sua vita e della sua carriera calcistica. Gli auguro di proseguire su questa strada e che tutto ciò sia soltanto un punto di partenza».

Chi è il suo “mentore” ora che è in prima squadra, o ancora meglio il giocatore da cui prende maggiormente ispirazione ?

«Quando era piccolo si ispirava a Beppe Signori, crescendo ha potuto ammirare dal vivo Miroslav Klose e ora prende spunto da Ciro Immobile».

Com’è il suo rapporto con l’attaccante partenopeo ?

«Il rapporto di Simone con Immobile è buono; c’è stato feeling sin dal primo giorno di ritiro e mio fratello ha preso e prende tutt’ora spunto da lui giorno dopo giorno, sperando che riesca a fare almeno un briciolo della carriera di Ciro».

Lei segue spesso le partite della Lazio all’Olimpico? E quando Simone era a Terni andava a vedere le sue partite allo stadio “Liberati” ?

«Si, vado spesso all’Olimpico tranne nelle volte in cui gioco anch’io. Quando Simone era a Terni siamo andati spesso a vederlo, sia con i miei genitori che con i miei nonni».

Simone è nato e cresciuto a Tivoli, ci descriva la sua routine giornaliera…

«Simone ha tutta la sua vita a Tivoli, ed essendo quasi coetanei abbiamo avuto la fortuna di stare sempre insieme e di coltivarci le stesse amicizie. Una sua giornata tipo rispecchia molto quella di un atleta, al mattino si sveglia presto, colazione sana, va a correre o in palestra, pranza nel ristorante di famiglia (Antica Trattoria Del Ragno, ndr), torna ad allenarsi, esce con gli amici e torna a casa».

Ora ci parli un pò di lei, come ha detto prima il calcio non è una passione solo di Simone…

«Si gioco anch’io a calcio, con la Res Roma, ho iniziato all’età di 7 anni qui a Tivoli, per poi approdare alla Lodigiani ed infine qui dove sono ormai da 6 anni. Papà ci ha trasmesso questa passione e devo dire che la portiamo avanti con impegno, voglia e dedizione», conclude Claudia.

Articolo precedente
roma - lazioVitesse-Lazio, il programma dei biancocelesti
Prossimo articolo
de vrijComanda il tifoso – I sostenitori biancocelesti decretano il migliore di Lazio-Milan