Elez, prima doppietta in carriera con la maglia del Rijeka

elez
© foto www.imagephotoagency.it

Josip Elez si riscopre goleador al Rijeka. Sua difatti la doppietta che ha permesso ai biancoblù di battere l’Hadjuk Spalato e di portare a casa tre punti importantissimi. Il difensore classe 94’, alla Lazio nel 2013, oltre a guidare il reparto arretrato della compagine croata, mette a segno anche le sue due prime reti in stagione. E pensare che i padroni di casa erano in svantaggio fino al 60’; poi, nello spazio di nove minuti, è prima un destro deviato e poi un colpo di testa del numero 18 a ribaltare il punteggio a consentire ai fiumani di consolidare il primato con quarantuno punti conquistati in quindici gare di campionato e portarsi così a nove punti di vantaggio dall’inseguitrice Dinamo Zagabria. Un vero e proprio segno del destino, visto che il calciatore è originario proprio di Spalato che non nasconde la sua gioia durante un’intervista ai media croati: «Sono nato a Spalato. L’Hadjuk è la squadra per cui tifo sin da bambino e non dimentico le mie origini; tuttavia, quando comincia la partita, dimentichi alla svelta tutto e le emozoini vengono messe da parte. Non so spiegare cosa ho provato quando la palla è entrata in rete. Avrei comunque preferito non prendere goal ma sono felice di aver aiutato i miei compagni perché contava solo vincere ed arrivare alla sosta con i tre punti. Non avevo mai fatto una doppietta nella mia carriera e per fortuna è arrivata; sono stato fortunato a trovarmi al posto giusto nel momento giusto». Un ‘ultima riflessione, sugli obiettivi futuri:« Il titolo? E’ ancora troppo presto per pensarci… siamo solo a Novembre ma vogliamo crescere ancora e continuare a vincere finchè ci riusciamo».