Connettiti con noi

2014

È una capitale da Champions: ecco tutti i numeri di Lazio e Roma

Pubblicato

su

Roma e Lazio nella scia della Juventus puntano all’Europa che conta sfruttando un attacco prolifico: entrambe hanno segnato 28 reti. L’11 gennaio la partitissima.

3 I gol segnati dalle due squadre romane nei minuti di recupero, un record in questo campionato. Per la Lazio: Parolo al Palermo, Lulic alla Fiorentina, Ederson al Cagliari (tutti inutili ai fini del risultato, in partite comunque vinte). Per la Roma: Gervinho alla Fiorentina, Pjanic all’Inter, Ljajic al Sassuolo (solo quest’ultimo decisivo per conquistare un punto).

4 I rigori assegnati alla Roma, uno in meno del record stagionale del Cagliari: Totti ne ha segnati 2, per Ljajic un gol e un errore (quest’ultimo contro il Genoa). La Lazio ne ha tirato solo uno, sbagliandolo contro il Milan nella prima giornata con Candreva.

4 I triplettisti di questo campionato: fra loro anche il laziale Djordjevic, nel 40 a Palermo (gli altri sono Ekdal, Higuain e Icardi). -5 Gli avversari della Roma espulsi, un record stagionale condiviso col Palermo.

5 Le reti segnate di testa dalla Lazio (una in meno del primato stagionale del Genoa): 2 da Djordjevic, una da Lulic, Mauri e Parolo. Per la Roma una sola «zuccata» vincente, quella di Destro contro il Chievo.

7 punti in più della Lazio rispetto allo scorso campionato: solo la Samp (+10) ha avuto un miglioramento più sostanzioso. I biancocelesti erano ottavi con 20 punti, adesso sono terzi con 27 proprio insieme ai blucerchiati (e al Napoli) che ospiteranno nella prossima giornata. La Roma è a 2 rispetto all’anno scorso: ma dopo 16 giornate era seconda a 5 dalla Juve, adesso è a 3.

9 Le partite giocate in casa dalla Roma in campionato: 7 vittorie, 2 pareggi, 20 gol fatti e 4 subiti. Ruolino praticamente identico a quello dell’anno scorso: cambiano solo le reti incassate, nel 201314 furono 2.

9 Le volte in cui Klose è entrato in campo a partita iniziata (solo al palermitano Belotti, in 11 incontri, è capitato di più). Nei precedenti 3 campionati giocati con la Lazio il tedesco era subentrato in tutto 7 volte.

9 Le partite in cui Totti è stato sostituito. Contro il Genoa è entrato nel finale, solo contro il Milan ha giocato tutto l’ìncontro.

1 I punti di differenza tra quelli che la Lazio avrebbe conquistato (29) contando solo il primo tempo e quelli (18) contando solo la ripresa. E’ il differenziale peggiore del campionato. -12 I marcatori diversi della Roma, un record condiviso con la Fiorentina. La Lazio ha mandato in gol 9 giocatori. -14 Le reti subite dalla Lazio nei secondi tempi, il 73% delle 19 totali.

16 Gli incontri disputati da Nainggolan, l’unico romanista sempre presente. Florenzi e Pjanic ne hanno saltato uno, il primo per infortunio (contro il Torino), il secondo per squalifica (contro il Milan).

16 Le partite di Djordjevic: per la Lazio è lui l’unico sempre schierato da Pioli. De Vrij, Lulic e Parolo hanno saltato un incontro a testa, tutti per squalifica, rispettivamente contro Udinese, Chievo e Atalanta.

26 I giocatori utilizzati dalla Lazio, uno in più della Roma (minimo e massimo di questo campionato: Parma 29, Napoli 21).

28 I gol fatti da Roma e Lazio (come il Napoli): solo la Juve, 34, ne ha segnati di più. I giallorossi però hanno subìto molte meno reti, 11 contro le 19 dei biancocelesti.

50 I minuti, recuperi esclusi, giocati da Ederson, il giocatore meno impiegato dalla Lazio, che è riuscito anche a fare un gol (al Cagliari). Cinque romanisti hanno giocato meno di lui: Castan 45 minuti, Somma 41, Paredes 35, Emanuelson 9, Uca.

La Gazzetta Dello Sport