Connettiti con noi

2014

Difesa c’è il “sì” di Hoedt, ma l’AZ non molla…

Pubblicato

su

AGGIORNAMENTO ORE 22.03 – La Lazio ha il “si” di Wesley Hoedt, ora però bisogna superare lo scoglio più difficile: convincere l’Az Alkmaar a cedere il suo gioiello prima della scadenza del contratto prevista per giugno 2015. Il club olandese non ha nessuna intenzione di privarsi del giocatore a stagione in corso, ma allo stesso tempo è consapevole che un rinnovo in questo momento è un vero e proprio miraggio. Quindi sono due le strade percorribili: trattenerlo fino a giugno e poi perderlo a costo zero (intanto Hoedt potrebbe già firmare con la Lazio, ndr) o scatenare una vera e propria asta nella prossima finestra di mercato (sul difensore ci sono anche Roma e Fiorentina) e cederlo al migliore offerente. In questo caso la decisione finale spetterebbe solo al giocatore.

Nelle scorse ore è apparso sempre più chiaro che la prima scelta per la difesa della Lazio si chiama Wesley Hoedt. Olandese classe 1994, il difensore dell’AZ Alkmaar ha già fatto sapere al suo club che non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno. La sua cessione, dunque, diventa una priorità.

Lo sa bene la Lazio, che in lui ha trovato il profilo ideale: giovane, mancino, bravo a impostare il gioco. Tare si è mosso in anticipo, lavorando sottotraccia: ha il sì del giocatore, che sarebbe ben felice di raggiungere il connazionale De Vrij. In patria sono ritenuti la coppia difensiva del futuro della nazionale oranje. Adesso non resta che convincere la dirigenza dell’AZ, che ha tutto l’interesse a scatenare un’asta per un giocatore che altrimenti perderà a parametro zero: su di lui ci sono anche Fiorentina e Roma. La Lazio è in vantaggio ma guai a considerare chiusa l’operazione… Il caso Astori insegna.

In alternativa la Lazio resta vigile su Doria, in rotta col Marsiglia, Fontanini del San Lorenzo e Sarr dello Sporting Lisbona. Da scartare la pista Terziev per il quale il Ludogorets chiede troppi soldi.


Pubblicato alle ore 10:03