Connettiti con noi

Hanno Detto

Mandelli: «Fiorini un bomber d’altri tempi. Mi ricordo…»

Pubblicato

su

Nel giorno delll’anniversario della morte di Giuliano Fiorini, a ricordarlo è stato Paolo Mandelli. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni di Lazio Style Radio.

LAZIO  E FIORINI- «Quando ho visto che sarei arrivato alla Lazio sono rimasto colpito. Per me quella in biancoceleste è stata un’annata importante. Fiorini è stato un bomber d’altri tempi. Si può dire che giocatori con la sua mentalità, determinazione e professionalità non esistono più. Era un po’ claudicante nella corsa, ma aveva comunque una grande forza dentro l’area. Sapeva giocare e far giocare gli altri, oltre a segnare nei momenti importanti. È stato un punto di riferimento per me, con il suo modo di fare sapeva farti rimanere sereno, tenendo però alta la concentrazione. Se penso a lui, lo ricordo che sale sul pullman con gli occhiali da sole controllando che tutti fossero pronti».

MATCH STORICI – «Le gare con Vicenza e Campobasso sono difficili da raccontare. In Lazio-Vicenza lo stadio era colmo e noi abbiamo creato tante occasioni da gol prima del gol di Fiorini. Forse c’era un disegno in cui doveva essere lui l’eroe principale di quella giornata».

«»

«»