Connettiti con noi

Hanno Detto

Catini: «Con il Verona sarà una sfida molto difficile. Visentin…»

Pubblicato

su

Il mister della Lazio Women Catini ha parlato della prossima sfida con il Verona, ma si è soffermato anche su alcuni singoli

Il mister della Lazio Women Catini ha parlato della prossima sfida con il Verona, ma si è soffermato anche su alcuni singoli. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni di Lazio Style Radio.

VERONA – «Nel girone d’andata il Verona è stata per noi la prima vittoria e quella che ha dato poi la spinta emotiva e psicologica al cammino successivo. Dobbiamo continuare nonostante il risultato negativo con la Juventus perché vogliamo chiudere nel miglior modo possibile questo campionato».

VISENTIN – «Credo che Noemi si sia guadagnata sul campo questa opportunità e questo rinnovo. Lei è laziale fino al midollo ed è un segnale importante da parte della società. Si tratta di un primo passo verso il futuro. Vediamo cosa accadrà poi. Lei comunque ha colpito tutti e non a caso ha conquistato la Nazionale».

PERCORSO – «Bisogna continuare questo percorso e chiuderlo nel miglior modo possibile, pERÒ senza abbassare la concentrazione. L’obiettivo è quello di fare più punti possibili. Abbiamo uno scontro diretto, poi affronteremo la Roma. Lotta per non retrocedere? Io credo che probabilmente se avessimo voluto continuare a sognare il big match lo abbiamo avuto a Pomigliano. Insomma, li dovevamo provare a vincerla. Non ci siamo riusciti e non dobbiamo rimproverarci niente. Questa squadra è cresciuta partita dopo partita perché è composta da tante ragazze giovani. Probabilmente avere la continuità avrebbe permesso alla Lazio di avere risultati migliori».

MODULO – «Non so l’undici iniziale. Ora vedremo in settimana. Sicuramente abbiamo un sistema di gioco abbastanza solido, che garantisce prestazioni importanti come abbiamo fatto anche nel primo tempo contro la Juventus in cui gli abbiamo tenuto testa. Poi i valori tecnici hanno fatto la differenza. Anche il Verona ha una squadra rivoluzionata, hanno cambiato allenatore e probabilmente anche loro staranno gettando le basi per il campionato futuro. Non sarà una partita facile e per questo non dobbiamo mollare neanche un centimetro».