Lazio, Di Canio: «Le esultanze all’Olimpico? Provo una malinconia gioiosa»

© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Di Canio, ex giocatore storico della Lazio, si è raccontato tra passato e futuro rispondendo alle domande dei tifosi

Paolo Di Canio tra passato e futuro. L’ex giocatore della Lazio, attraverso le telecamere di Sky Sport, ha risposto alle domande dei tanti telespettatori. Tra queste, anche quella di un tifoso che gli ha chiesto quanto gli manchino le esultanze all’Olimpico, davanti al proprio pubblico:

«Non lo dico per fare quello diverso da altri che hanno giocato trent’anni e rimpiangono sempre quei momenti, io sono atipico. Per ogni giorno della mia carriera ho pensato prima o poi sarebbe finita. Non voglio dire che non mi emozioni rivedere certe immagini perché fanno parte dei ricordi, del mio vissuto. Solo ora capisco quante emozioni e arrabbiature ho dato ai tifosi, la bellezza di un gesto di cui sono stato artefice. Ho una malinconia gioiosa: sono triste perché rappresenta il mio passato, ma felice per aver vissuto quei momenti. Non mi mancano perché so che non potrei più farlo, sono un romantico realista. Potrei solo pensare di tornare ad esultare come allenatore. Sono cose che tengo nel cuore, è bello siano accadute».

E sulle possibilità di sedere un giorno sulla panchina del West Ham: «Il claret and blue ce l’ho nel cuore ed è un sogno che rimane lì. Sono molto felice di quello che ho ottenuto in Inghilterra, da italiano essere ricordato così è motivo d’orgoglio».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy