Connettiti con noi

2013

De Martino dopo la visita a Varsavia: “Siamo nelle mani dei giudici”

Pubblicato

su

AGGIORNAMENTO 19:30 – Il responsabile della comunicazione biancoceleste è intervenuto anche ai microfoni di “Lazio Style Radio“: “Siamo usciti un’oretta fa dal carcere: questa giornata mi rimarrà dentro per le sensazioni che ho provato. E’ stata una visita ufficiale, nelle vesti della società Lazio. Abbiamo incontrato i tre ragazzi tutti insieme in una stanza: abbiamo cominciato con il racconto di quella giornata, delle persone che si sono ritrovate nelle caserme senza aver fatto nulla. I ragazzi sono nella stessa cella e questo è un aspetto positivo. Abbiamo parlato della Lazio, delle partite a cui non hanno potuto assistere e di mercato per dar loro modo di rilassarsi e di distoglierli dalle preoccupazioni di questo momento”, ha dichiarato Stefano De Martino, che ha poi aggiunto: “Sono detenuti, le loro condizioni non sono delle migliori, il disagio è tanto. Sono tre ragazzi forti caratterialmente, stanno affrontando una situazione difficilissima con grande coraggio e mi preme sottolinearlo. Abbiamo consegnato loro tre maglie da gioco e tre in bianco, perché ritenevo che quel nome dovesse essere stampato insieme a Roma, dopo il loro rilascio. E’ una sorta di auguro e di impegno per testimoniare loro l’importanza che ha questo evento simbolico”.

Eravamo stati in ambasciata a fare il punto della situazione: ho potuto leggere la documentazione per capire i passi della vicenda dal punto di vista giuridico. Voglio ringraziare l’Ambasciata per il lavoro che hanno svolto finora: hanno preso a cuore la vicenda, me lo hanno confermato anche i tre ragazzi. Non possiamo fare previsioni e valutazioni, potrebbe accadere di tutto, siamo nelle mani dei giudici”, ha concluso il dirigente biancoceleste.

Per i tre ragazzi ancora detenuti a Varsavia, non è stato di certo un buon Natale. Il responsabile della Comunicazione della S.S. Lazio Stefano De Martino, ha incontrato i tre nel carcere polacco e, ai microfoni di Lazio Style Channel, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Li abbiamo incontrati, domani valuteranno con gli avvocati che strada legale intraprendere. Sono di carattere forte,abbiamo regalato loro 6 maglie: 3 con nomi di giocatori,per testimoniargli la vicinanza della squadra. 3 sono senza nome: stamperemo insieme il loro nome sulle maglie a Formello, quando torneranno a casa”.

Pubblicato il 27/12/2013 alle ore 17:42.