Connettiti con noi

News

Dai droni alla lavagnetta: ecco come è cambiato il ritiro di Sarri

Pubblicato

su

@OfficialSSLazio

Auronzo di Cadore, dall’uso dei droni alle comunicazioni sulla lavagnetta: tante le novità introdotte da mister Sarri in questo ritiro

Sarri è arrivato alla Lazio con un pesante bagaglio di novità. Regole ed accorgimenti che lo spogliatoio ha iniziato ad assimilare giù durante il ritiro di Auronzo di Cadore. Come riporta il Corriere dello Sport, nonostante abbia avallato i vecchi piani disciplinari e le linee guida alimentari, ha stravolto le abitudini d’allenamento modificandone modalità ed orari.

La programmazione della settimana è giornaliera ed ogni decisione viene comunicata alla squadra su una lavagnetta: all’attivazione muscolare nei boschi preferisce la palestra, ogni giorno doppia seduta e poi via nel ‘confessionale’ per i colloqui coi singoli.

Durante le sessioni il mister chiama tutti per nome, parla molto, spiega per far capire la sua idea di calcio. La Lazio sta imparando a muoversi con la difesa a 4, facendo diventare quei movimenti dei veri e propri automatismi: lo staff ha inoltre inserito l’utilizzo dei droni, per poter rianalizzare i movimenti al motto di «cervello e pallone».

Insomma, a Sarri serve tempo, ma i presupposti per fare bene ci sono tutti.

Advertisement